L'ultimo tiro beffa la Reyer: all'overtime la spunta Varese 93-91

Sfuma all’ultimo tiro il primo successo esterno in campionato degli orogranata: ecco come è andato il match

Dopo un incredibile overtime, sfuma all’ultimo tiro il primo successo esterno in campionato dell’Umana Reyer: all’Enerxenia Arena finisce 93-91 per l’Openjobmetis Varese.

Primo tempo

Lo starting five orogranata vede in campo Stone, Chappell, Bramos, Daye e Vidmar. Varese la mette subito sulla velocità (5-0 iniziale), Daye sblocca l’Umana Reyer dopo 1’, ma si arriva al time out veneziano al 4’30” sul 12-5 (segna solo Chappell, con una tripla costruita con ottima circolazione). I padroni di casa continuano a colpire dall’arco e a dominare a rimbalzo, mentre gli orogranata cercano di sfruttare il bonus speso dagli avversari, non riuscendo a trovare continuità al tiro: all’8’30” è così 24-9, seguito dal mini parziale di 0-5 firmato da Tonut e Daye per il 24-14 alla fine del primo quarto. Varese alza il livello difensivo, provocando le palle perse veneziane, con il primo canestro del periodo che arriva dopo oltre 2’ (Vene per il 27-14). Bramos risponde dall’arco, poi Tonut mette i liberi che riportano gli orogranata sotto la doppia cifra di ritardo (27-19 al 14’) nel miglior momento dell’Umana Reyer. Poi però si accende Mayo, fino a quel momento a secco, con due triple di fila (33-19). Al rientro dal time out ancora Bramos da 3 (33-22 al 15’30”), ma Varese riprende subito l’inerzia, tornando prima a +15 (37-22) e poi riscrivendo il massimo margine sul 41-24 al 18’. Ancora una volta, nel finale di periodo, quantomeno gli orogranata limano il ritardo, con Vidmar a rimbalzo offensivo e Stone, che fa 41-28 su assist di Filloy.

Secondo tempo

Il secondo tempo vede l’Umana Reyer subito a zona e a segno con Daye. Arriva però il terzo fallo di Watt e Varese torna a +15 (45-30 al 21’30”). Gli orogranata hanno però pazienza e, con la tripla di Filloy e i liberi di Bramos (sul fallo del bonus varesino) torna a -10 (45-35 al 24’30”). La difesa veneziana alza l’intensità e i padroni di casa devono appigliarsi ai liberi di Jakovics e Simmons per trovare due volte il +12. Dal 49-37 del 26’30”, sempre dalla lunetta Watt (6/6) e De Nicolao (2/2) fanno 51-45 al 28’30”. Nell’ultimo minuto, Varese, dopo l’infrazione di 24” provocata dalla difesa orogranata, segna con Vene, ma, quasi sulla sirena, Bramos mette la tripla del 53-48. Si riparte con il canestro di Watt allo scadere dei 24”, infrazione che invece commette Varese, con De Nicolao che fa 53-52 al 31’30”. Jakovics sblocca Varese da 3, ma Watt completa il 2+1 con antisportivo di Vene (56-55 al 32’) e, dopo i tentativi dall’arco falliti da Tonut e De Nicolao, arriva il sorpasso al 33’ con Chappell che recupera il rimbalzo offensivo, segna e subisce fallo: pur fallendo il libero aggiuntivo dopo il time out dei padroni di casa, è 56-57. Varese esce ottimamente dal time out, portando a casa anche il quarto fallo di Watt, con coach De Raffaele costretto al time out sul 61-57 al 34’, non riuscendo però a interrompere l’inerzia, visto che si arriva sul 68-57 al 35’30”. De Nicolao torna a muovere il punteggio dell’Umana Reyer al 36’ su assist di Stone, che poi inventa il passaggio per la tripla di Bramos del 68-62 al 36’30”. Watt esce per 5 falli, Bramos segna di nuovo da 3, ma poi regala tre liberi a Tambone (72-65). Al 38’ Tonut fa 2+1, con Mayo che scivola subito dopo, regalando a De Nicolao il sottomano del 72-70. De Nicolao recupera anche palla sulla rimessa varesina dopo la stoppata su Peak di Daye che, dall’altro lato del campo, dà a Chappell l’assist della tripla del 72-73 a -1’18”. Mayo riporta avanti Varese dopo il time out, ma l’instant replay conferma la convalida del sottomano di Daye per interferenza di Simmons (74-75 a -47”). Clark sbaglia da 3, Simmons recupera il rimbalzo offensivo e, dalla lunetta, mette un libero su due a -24”, mandando la partita all’overtime sul 75-75, perché non va a segno la tripla finale di Daye.

Supplementari

Vene sfrutta due volte i cambi difensivi in avvio di overtime. In mezzo segna Chappell (su recupero di Daye) e poi De Nicolao mette la tripla del sorpasso, anche se Mayo risponde subito da 3 sull’ennesimo rimbalzo offensivo di Simmons: coach De Raffaele chiama così time out al 42’30” sull’82-80. Daye impatta alla ripresa del gioco, ma Mayo segna di nuovo da 3 e, dopo l’errore di Tonut, fa 2/2 dalla lunetta (87-82) al 43’30”. Chappell inventa un gioco da tre punti a rimbalzo offensivo, ma Mayo inventa ancora da 9 metri (90-85 a -51”). Tonut fa 2/2 dalla lunetta, Tambone segna da 3, poi Tonut fa due canestri in rapida successione (il secondo convalidato per stoppata irregolare di Simmons): 93-91 a -8”. De Nicolao si sacrifica con il quinto fallo, Mayo fa 0/2 dalla lunetta, ma il tiro finale di Chappell non va e finisce così 93-91.

Parziali: 24-14; 41-28; 53-48; 75-75

Openjobmetis: Peak 1, Clark 11, De Vita ne, Jakovics 11, Natali, Vene 13, Simmons 17, Seck ne, Mayo 25, Tambone 11, Gandini, Ferrero 4. All. Caja.

Umana Reyer: Stone 2, Bramos 17, Tonut 13, Daye 13, De Nicolao 11, Filloy 3, Vidmar 2, Chappell 14, Mazzola 2, Pellegrino ne, Cerella, Watt 14. All. De Raffaele.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Truffatore online per anni, lo vanno a prendere nel suo appartamento

  • Trovato morto a 17 anni: sospetta overdose da psicofarmaci

  • Due casi di overdose in poche ore a Mestre, morto un 24enne

  • Tour fotografico nella ex Sirma, fabbrica abbandonata a Porto Marghera

  • Un bambino sparito dopo scuola è stato ritrovato dopo ore di ricerche

  • Il sindaco Brugnaro risponde alle polemiche di Celentano: «L'ho invitato qui»

Torna su
VeneziaToday è in caricamento