Giuseppe Rolma è il nuovo primario di Radiologia al San Camillo

Giuseppe Rolma

Giuseppe Rolma è il nuovo primario di Radiologia al San Camillo: la risonanza magnetica ad alta specializzazione d'ora in avanti sarà a disposizione dell'utenza. Rolma, padovano di origini, laureato in Medicina e Chirurgia e specializzato in radiodiagnostica all’Università di Padova, insieme al suo staff potrà sviluppare metodiche avanzate di Spettroscopia, Trattografia e Risonanza magnetica funzionale, servendosi delle apparecchiature presenti nella struttura. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Le nuove potenzialità

Il tomografo a risonanza magnetica che finora era riservato solo ad uso scientifico, è adesso disponibile anche per la pratica clinica. «Tra i numerosi vantaggi offerti dall’utilizzo di questa tecnologia - spiega Rolma - vi sono l’aumento della qualità e della definizione delle immagini, la migliore definizione dello studio di strutture cerebrali di piccole dimensioni e la possibilità di studio biochimico e funzionale di lesioni cerebrali. L’esperienza per il paziente non è diversa rispetto agli esami in Risonanza magnetica convenzionali». La presenza di questa apparecchiatura, che costituisce il gold standard di questo tipo di metodica, fornisce ai pazienti sia ricoverati che esterni un potente e moderno strumento diagnostico.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Gli aggiornamenti sul contagio in Veneto e in provincia la sera dell'1 aprile

  • I contagi e i pazienti coronavirus aggiornati a domenica sera

  • I dati aggiornati sui casi di coronavirus in provincia e nel Veneto

  • Ricoveri e decessi: gli aggiornamenti del 31 marzo sera

  • Pazienti ricoverati e tamponi positivi al coronavirus domenica

  • Ricoveri stabili, ma continuano i decessi: i dati aggiornati sul Covid-19

Torna su
VeneziaToday è in caricamento