Sindaci in tour per gli ospedali "in comune" della Riviera del Brenta e Miranese | VIDEO

Giovedì mattina per chiedere il ripristino delle schede con la qualifica di primo ordine dei nosocomi del territorio

Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...
 

Sindaci dei Comuni della Riviera del Brenta e del Miranese a difesa degli ospedali. Tutti i primi cittadini giovedì mattina hanno partecipato a un simbolico tour in difesa dei servizi ospedalieri del loro territorio, come forma di protesta contro le schede ospedaliere proposte dalla Regione e il taglio dei posti letto annunciato. Presidio a Dolo alle 11, a Mirano a mezzogiorno e infine a Noale verso l'una. 

I tagli 

«Probabilmente i tagli più pesanti quelli al distretto Dolo-Mirano dell'Ulss3 - ha spiegato qualche giorno fa l'onorevole Nicola Pellicani nel presentare un'interrogazione al ministero della Salute -. Eliminati complessivamente 149 posti letto in particolare a Dolo, che perde 104 posti letto e 4 primariati, con tagli ai reparti riservati a neomamme e neonati, con la decurtazione di 35 posti tra i reparti di Ostetricia e Ginecologia (- 15), Pediatria (- 14) e Patologia Neonatale (-6). Un declassamento che impoverisce tutto il territorio, quello della Riviera del Brenta, che conta circa 130 mila abitanti e che in relazione al Pronto Soccorso risulta essere il secondo per numero di accessi (44 mila annui), dopo la struttura di Mestre».

ObiettiviSchermata 2019-04-18 alle 22.59.59-2

«La nuova programmazione regionale ha posto come punti di partenza, per la definizione del numero dei posti letto nelle diverse strutture, la situazione attuale nei vari ospedali, la verifica dei tassi di utilizzo, il potenziamento delle strutture intermedie - spiega Ulss3 -. Il confronto tra i posti letto attualmente attivati mostra come la nuova pianificazione preveda in totale una riduzione di 31 posti letto. A Mirano-Dolo il saldo tra i posti-letto attuali e quelli previsti dalle nuove "schede ospedaliere" è di -44. Va infine ricordato che la nuova programmazione regionale prevede altri 153 posti letto di strutture intermedie».

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Potrebbe Interessarti

  • Attualità

    Grandinata nel Veneziano, strade imbiancate in pochi minuti

  • Attualità

    Inaugurate all'Arsenale le 12 mani di Lorenzo Quinn, ospite Andrea Bocelli | VIDEO

  • Attualità

    Viaggio nella Biennale arte 2019, il meglio dai padiglioni dei Giardini | VIDEO

  • Cronaca

    L'ospedale di Chioggia rimesso "a nuovo" dopo l'acquazzone (a tempo record) | VIDEO

Torna su
VeneziaToday è in caricamento