Giornata contro violenza sulle donne, il Comune: "Il centro antiviolenza non chiude"

Proprio nella giornata mondiale dedicata ad un tema tanto delicato, il vicesindaco di Venezia ha rassicurato la cittadinanza che non è prevista nessuna chiusura. Inziative sul territorio

Il 25 novembre l’ONU celebra ogni anno la giornata mondiale contro la violenza sulle donne e anche l’Amministrazione comunale di Venezia continua a sostenere simbolicamente e fattivamente ogni azione di sensibilizzazione e di contrasto a questo fenomeno diffuso e subdolo di cui in Italia è vittima una donna su tre e nella maggior parte dei casi per opera del proprio partner o ex compagno. “Un'attenzione e un impegno continui - sottolinea la vicesindaco Luciana Colle - rispetto a un tema nei confronti del quale il Comune non abbasserà mai la guardia".

TUTTE LE INIZIATIVE NELLA GIORNATA CONTRO LA VIOLENZA SULLE DONNE

"In una giornata simbolicamente così importante, l'Amministrazione comunale vuole sottolineare come nonostante l’attività dei propri servizi in aiuto alle donne vittime di violenza prosegua ininterrotta da 23 anni, nei giorni scorsi siano apparse sugli organi di stampa locali numerose notizie errate relative all’attività del Centro Antiviolenza del Comune di Venezia che hanno allarmato la cittadinanza e le donne vittime di violenza. Si è parlato di chiusura del Centro, di assenza di operatrici e di tagli di finanziamenti ma nulla di tutto ciò risponde al vero. Si desidera rassicurare la cittadinanza che il Centro Antiviolenza del Comune di Venezia è aperto e non ha mai chiuso".

Il Centro Antiviolenza in questi 23 anni ha accolto 6201 donne e ne ospitate più di un centinaio in 2 Case Rifugio. Ogni anno al Centro si rivolgono circa 200 donne nuove; nei primi 10 mesi del 2016 le donne che si sono rivolte per la prima volta al Centro sono state 250 e 171 di esse hanno concordato con le operatrici un progetto di presa in carico di uscita dalla violenza. Nelle Case Rifugio dall’apertura ad oggi sono state ospitate 108 donne e 96 minori loro figli per un periodo variabile che va da pochi giorni a più mesi, a seconda delle necessità della donna e del minore. Gli interventi offerti alle donne nel corso degli anni sono sempre stati gratuiti: supporto psicologico; consulenza giuridico-legale; orientamento nella ricerca del lavoro; percorsi di empowerment, gruppi sull’assertività, arte-terapia, teatro, mindfulness, mentoring; rete costante con i Servizi e le Forze dell’Ordine del territorio. Vengono realizzati incontri di sensibilizzazione con gli studenti e gli insegnati e in questo modo le operatrici del Centro propongono laboratori ad una quindicina di classi di scuole superiori di Mestre e Venezia per ogni anno scolastico da 8 anni a questa parte.

Il Centro Antiviolenza continua dunque a lavorare a pieno ritmo, dentro alla storica cornice del Centro Donna, attivo ininterrottamente da 33 anni grazie alla recente delibera di Giunta che ricompone la tradizionale strutturazione del Centro Donna, trentennale riferimento per i gruppi di donne del territorio e che vede al proprio interno anche la consolidata e attivissima biblioteca di genere.

Nella giornata mondiale contro la violenza sulle donne, le consigliere metropolitane Giorgia Pea, Marta Locatelli e Maria Teresa Senatore aderiscono alla proposta della Presidente del Consiglio comunale di Venezia Ermelinda Damiano, per un impegno trasversale in difesa delle donne "Accogliamo con favore la proposta della Presidente del Consiglio comunale di Venezia di estendere a tutte le realtà del territorio metropolitano la possibilità di aderire alle iniziative legate alla cittadinanza delle donne e pari opportunità. Appoggio e condivido pienamente l’iniziativa - ha dichiarato la consigliera Pea - Venezia si è sempre contraddistinta sia a livello nazionale che europeo per i servizi offerti dal Comune a tutela e sostegno della cittadinanza delle donne e della cultura delle differenze e così continuerà a fare anche in ambito metropolitano".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"In qualità di rappresentante femminile in Consiglio metropolitano - ha commentato la consigliera Locatelli - plaudo alla proposta della Presidente Damiano di far partecipare le realtà del nostro territorio a tutte quelle iniziative volte a porre l’attenzione sull’importanza del ruolo delle donne nello sviluppo della società civile. Questa iniziativa, che ha carattere trasversale, è sicuramente un grande passo in avanti nelle pari opportunità e nella lotta alla violenza contro le donne".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sorpresi a fare sesso in strada, multa di 20mila euro

  • Centri autorizzati assistenza fiscale (Caaf) e Caf: indirizzi delle sedi a Venezia

  • "Reato di procurato allarme": presentato un esposto contro il presidente Luca Zaia

  • Controlli più restrittivi su chi torna da fuori Europa: la nuova ordinanza regionale

  • Picchia il compagno in palestra e lo minaccia di morte con un coltello, denunciata

  • Ratti e scarsa igiene: chiuso ristorante etnico di Dolo

Torna su
VeneziaToday è in caricamento