Clini "punta dritto" su Pellestrina: "Grandi navi mai più in Laguna"

Il ministro dell'Ambiente lo ha dichiarato in commissione Lavori pubblici al Senato. "Le imbarcazioni - ha spiegato - approderanno a una stazione marittima appena fuori il Lido"

Il ministro Corrado Clini punta dritto verso la piattaforma off-shore di Pellestrina. "Grazie a questo progetto le grandi navi passeggeri non entreranno più nella Laguna di Venezia". Il titolare del dicastero per la Tutela dell'ambiente lo ha dichiarato in commissione Lavori pubblici al Senato nel corso dell'audizione sul naufragio della Costa Concordia.

Le imbarcazioni, ha spiegato Clini, approderanno a una "stazione marittima appena fuori il Lido di Venezia, nella zona di Pellestrina, dove è stata realizzata un'infrastruttura importante in cemento armato per il montaggio delle paratie del Mose". Rispondendo a una domanda di un componente della commissione, Clini ha dichiarato, inoltre, di aver sollecitato il ministero delle Infrastrutture ma anche la Guardia costiera e le Capitanerie di porto affinché si estenda il sistema di sicurezza della navigazione (attualmente in vigore solo per lo Stretto di Messina e le Bocche di Bonifacio) anche nell'Alto Adriatico "dove il traffico di petroliere è ingente".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Marea record, Venezia completamente sott'acqua

  • Trovata senza vita Bruna Basso, era scomparsa da mercoledì

  • Il disastro dell'acqua alta: incendi e barche affondate, rive e edifici danneggiati

  • Ristoratore arrestato: spacciava droga

  • Come "l'acqua granda" del 1966. Due morti a Pellestrina

  • Auto in fosso: morto un 38enne, una donna estratta viva

Torna su
VeneziaToday è in caricamento