Clini "punta dritto" su Pellestrina: "Grandi navi mai più in Laguna"

Il ministro dell'Ambiente lo ha dichiarato in commissione Lavori pubblici al Senato. "Le imbarcazioni - ha spiegato - approderanno a una stazione marittima appena fuori il Lido"

Il ministro Corrado Clini punta dritto verso la piattaforma off-shore di Pellestrina. "Grazie a questo progetto le grandi navi passeggeri non entreranno più nella Laguna di Venezia". Il titolare del dicastero per la Tutela dell'ambiente lo ha dichiarato in commissione Lavori pubblici al Senato nel corso dell'audizione sul naufragio della Costa Concordia.

Le imbarcazioni, ha spiegato Clini, approderanno a una "stazione marittima appena fuori il Lido di Venezia, nella zona di Pellestrina, dove è stata realizzata un'infrastruttura importante in cemento armato per il montaggio delle paratie del Mose". Rispondendo a una domanda di un componente della commissione, Clini ha dichiarato, inoltre, di aver sollecitato il ministero delle Infrastrutture ma anche la Guardia costiera e le Capitanerie di porto affinché si estenda il sistema di sicurezza della navigazione (attualmente in vigore solo per lo Stretto di Messina e le Bocche di Bonifacio) anche nell'Alto Adriatico "dove il traffico di petroliere è ingente".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dagli scavi in A4 è emersa un’imponente struttura di epoca romana

  • In arrivo forti rovesci e grandinate

  • Un etto di cocaina e 15 mila euro in contanti: 4 arresti

  • Bacaro chiuso 5 giorni per violazione delle norme anti-Covid

  • Dal primo giugno tutto il personale Actv torna in servizio

  • Casa del sesso in centro a Mestre: arrestata una donna

Torna su
VeneziaToday è in caricamento