Fsi Usae: subito un premio di duemila euro al personale sanitario

La FSI USAE richiede un accordo regionale che istituisca apposita indennità di disagio COVID19

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di VeneziaToday

Passata la fase emergenziale uno - afferma Roberto Tosi, segretario FSI USAE Regione Veneto - è ora di sostenere con concretezza e lungimiranza i lavoratori della sanità che ora tutti definiamo eroi dando risposte certe e concrete. Con questa iniziativa a livello nazionale e regionale impegniamo Governo, Parlamento e le Regioni a finanziare risorse adeguate a riconoscere il merito, a tutelarne la sicurezza nei luoghi di lavoro e a rivederne il futuro l’inquadramento iniziale delle professioni sanitarie di cui alla Legge 42 del 1999, di chi a con la propria competenza e senso di responsabilità continua ogni girono in questa emergenza ad assicurare il diritto alla tutela della salute al cittadino.

Torna su
VeneziaToday è in caricamento