rotate-mobile

Pilkington Marghera, addetti: "Cinque anni d'incertezza e cassa integrazione. Ora si torna in azienda più sereni a lavorare"

L'impianto per la produzione di manufatti in vetro a Venezia, era stato fermato nel 2012. A quel punto per gli addetti, circa 130 persone, è iniziato un "calvario", fatto di ammortizzatori sociali, contratti di solidarietà e insicurezza sul futuro dello stabilimento. L'impegno della giapponese Nsg Pilkington su Venezia, vista anche la decisione di fermare, per manutenzione, due forni in Germania, rimette in gioco con forza la sede di Marghera. L'appoggio del ministero dello Sviluppo, Comune e Regione, spazza via ogni indugio. E ora si parla di 40, forse 50 nuove assunzioni a Porto Marghera. Il sindacato Filctem Cgil: "Per rilanciare l'industria sul nostro territorio, bisogna volerlo veramente. Così come i buoni posti di lavoro nel sito produttivo veneziano per eccellenza"

Si parla di
Sullo stesso argomento

Video popolari

Pilkington Marghera, addetti: "Cinque anni d'incertezza e cassa integrazione. Ora si torna in azienda più sereni a lavorare"

VeneziaToday è in caricamento