Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il Mestre Film Fest compie 20 anni: "Una perla di valore, che cresce grazie alla comunità" VD

 

Cinema e fotografia, cinema e letteratura noir, corti e produzione locale: sono questi i temi al centro della ventesima edizione di Mestre Film Fest, il festival internazionale del cortometraggio in programma al Centro culturale Candiani dal 16 al 18 novembre 2017. L'iniziativa è stata presentata venerdì mattina al Candiani con una conferenza stampa alla quale sono intervenuti l'assessore comunale alla Coesione sociale, Simone Venturini, il dirigente del settore Cultura, Michele Casarin, la responsabile del Centro Candiani, Elisabetta da Lio, e i rappresentanti delle numerose associazioni e realtà che hanno collaborato alla realizzazione dell'evento.

"Per realizzare questo Festival - ha esordito Venturini - si sono mobilitate non solo le istituzioni ma anche le molte realtà che in città di occupano di cinema, di cultura e di arte: un esempio positivo di sinergia efficace e di sussidiarietà tra pubblico e privato e insieme un'occasione per ribadire la vocazione forte di Mestre, coltivata ed accresciuta negli anni, ad essere presente sul palcoscenico internazionale con importanti rassegne culturali. Nel ricco calendario di proposte che i teatri, le biblioteche, le istituzioni culturali del Comune di Venezia offrono alla città, il Mestre Film Fest rappresenta certamente una perla di valore. Un impegno da parte dell'Amministrazione che continua e che cresce grazie al contributo e al coinvolgimento di tutta la città".

Il programma

Ad aprire il festival, giovedì 16 novembre alle 18 - ha spiegato Da Lio - sarà l'inaugurazione di due mostre fotografiche: Cinema mundi, di Stefano de Luigi, dedicata ai mondi del cinema alternativi alla fabbrica dei sogni Hollywoodiana, e Tutti i colori del cinema, che esporrà le foto premiate nell'ambito del concorso omonimo, lanciato in occasione del ventennale del Festival, per raccontare il rapporto tra cinema e fotografia. A seguire, dalle ore 20.30, la proiezione di 15 delle 50 short stories selezionate. Venerdì 17, sempre alle 18, in collaborazione con 'Mesthriller', aperitivo con Giampaolo Morelli, interprete della serie televisiva 'L'ispettore Coliandro' e del film 'Ammore e malavita' presentato all'ultima Biennale cinema di Venezia". In serata, la seconda tranche dei cortometraggi.

Nella giornata conclusiva, sabato 18 novembre, alle 16 la proiezione dei Video for Kids, e alle 17 quella delle ultime opere selezionate. Alle 18.30 sarà inoltre presentato il corto fuori concorso “Zombieblock”, nato nell'ambito di “Short in Transaltion”, progetto curato dall'associazione culturale VeneziaComix per il bando “Venice in Translation” lanciato dal Comune di Venezia. Il corto, un horror che racconta in modo critico un mondo in cui spesso l'abuso dei social media e degli smartphone trasforma le persone in “zombie”, è stato interamente realizzato dai 40 ragazzi che hanno partecipato al progetto frequentando un corso di sceneggiatura durato sei mesi. Delle 10 idee sviluppate in classe, “Zombieblock” è stata quella scelta per la realizzazione.

Potrebbe Interessarti

Torna su
VeneziaToday è in caricamento