ViviVenezia

ViviVenezia

Poveglia, isola del terrore: racconti e leggende di morti e fantasmi

Poveglia, ovvero l’isola del terrore. Posizionata a sud della città, e tra le più grandi dell’intera laguna, è considerata dai più come uno dei luoghi più temibili ed agghiaccianti d’Italia. Il motivo? Alcune storie raccontate sul proprio conto, da far “rizzare” i capelli.

Anzitutto si tratta un luogo di morte. Sono circa 150mila le persone che hanno trovato sepoltura qui a seguito della peste del ‘700: Poveglia diventò, infatti, un lazzaretto, dove in molti furono seppelliti.

Ti potrebbe interessare anche: Venezia noir: il farmacista che uccise l'amante a colpi di mortaio

poveglia-3All’inizio degli ani ’20, invece, nel 1922, fu costruito un edificio per anziani, sebbene pare fosse adibito ad ospitare i malati di mente, che venivano torturati, ed erano vittime vere e proprie di pratiche atroci e primitive di terrore. Forse a causa dei maltrattamenti e delle turbe psichiche, i malati raccontavano di vedere, durante la notte, i fantasmi dei morti di peste, che si lamentavano tra urla strazianti.

E poi una storia recente. Sembra che qualche anno fa una famiglia di ricconi abbia acquistato un non meglio noto edificio nell’isola, ma che abbia tagliato la corda ben presto, dopo che un oggetto contundente misterioso sarebbe “volato” in modo inspiegabile, ferendo al volto la figlia. Che oggi riporterebbe sul viso i 16 punti di quella terrificante esperienza.
 

ViviVenezia

Tante idee per vivere Venezia al meglio: segui il nostro blog per rimanere aggiornato sulle novità più interessanti su locali e ristoranti, attività all'aria aperta, shopping, eventi e sport. Per sfruttare al meglio il tuo tempo libero e... scoprire i piccoli tesori vicino a casa. Vuoi diventare protagonista del blog? Inviaci la tua segnalazione.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (5)

  • Se vi interessa LA VERA STORIA di Poveglia, posso consigliarvi di leggere il libro che ho scritto assieme a Susy Biaggiotti. Due anni di ricerca, una fedele ricostruzione storica degli avvenimenti, compresi quelli che hanno fatto scaturire le leggende famose. Ma non solo: abbiamo effettuato anche una ricerca "approfondita" e nel libro sono pubblicate le foto e le trascrizioni degli audio registrati. Vi assicuro che siamo rimasti molto sorpresi anche noi, che fondamentalmente siamo scettici, ma sia gli audio che le foto sono stati certificati ufficialmente, e non sono quelle cavolate che fanno vedere gli americani in TV. Vi lascio il link al nostro sito, potete contattarci per qualsiasi chiarimento. https://www.appuntidalconfine.it

  • Avatar anonimo di Alberto
    Alberto

    Misterioso questo posto. Chi mi accompagna a visitarlo? Sarei veramente interessato ad andarci con una persona che conosce il luogo.

  • Avatar anonimo di Giovanni
    Giovanni

    Si, è tutto vero, posso confermare la presenza di strane ombre, mentre lavoravo come muratore, ed anche il muoversi di oggetti senza apparente motivo

    • Se le ombre sono di Merlot o di Cabernet, nessun problema: si possono vedere gli oggetti che si muovono da soli ;-)

  • La Nuova Venezia di due anni fa circa:" «Emerite fandonie». Taglia secco Alberto Toso Fei, il più grande esperto di storie sui fantasmi di Venezia, a proposito delle presunte presenze di spiriti indemoniati che circolano su Poveglia." E allora basta, dai...non prestatevi a facilie e stupide speculazioni

Torna su
VeneziaToday è in caricamento