Una ragazza investita e uccisa a Mestre

Incidente mortale nella notte in via Vespucci. Ha perso la vita la 29enne Pegah Naddafi

Pegah Naddafi, foto da Facebook

Una ragazza di 29 anni - Pegah Naddafi, italiana di origini iraniane - è morta stanotte in via Vespucci, a Mestre, dopo essere stata investita da un veicolo mentre attraversava la strada, circa all'altezza dell'incrocio con via Cattaneo. In quel punto, proprio davanti alla scuola, c'è un attraversamento pedonale regolato da un semaforo.

Incidente mortale

L'incidente è avvenuto poco dopo la mezzanotte. A travolgere la ragazza è stata una macchina guidata da un uomo di 46 anni, di Noale, che stava procedendo dal centro di Mestre in direzione San Giuliano. Le ambulanze del 118 sono intervenute subito dopo la richiesta di soccorso, ma per la giovane donna non c'è stato niente da fare. Sul posto sono arrivate le pattuglie della polizia locale, che si sono messe al lavoro per ricostruire la dinamica dell'incidente, accertare eventuali responsabilità e regolare il traffico. Il conducente, che sarà indagato per omicidio stradale, è risultato negativo ai test dell'alcol.

Investita sulle strisce

La 29enne risulta aver frequentato la facoltà di lingue dell'università Ca' Foscari ed era domiciliata vicino al luogo dell'incidente, ma ufficialmente è residente a Senigallia, dove il padre gestisce un ristorante molto conosciuto. Il conducente dell'auto avrebbe dichiarato di essere passato regolarmente con il verde, ma le verifiche sono in corso: la polizia locale dovrà chiarire se la ragazza abbia premuto o meno il pulsate per chiamare l'attraversamento pedonale. Di certo l'autista non ha fatto in tempo ad evitare l'investimento e l'auto ha colpito violentemente la giovane, facendola sbalzare in avanti di diversi metri. Il pm ha disposto l'autopsia sul corpo della vittima, mentre il padre sta raggiungendo Venezia in queste ore.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Soccorsi

Una testimone passata in quel punto riferisce: «Stavo guidando e ho visto una persona distesa a terra alla quale stavano praticando il massaggio cardiaco. Poco dopo è arrivato il 118. Tre sanitari sono stati a praticare il massaggio cardiaco per circa 15 minuti ma senza nessun risultato, coprendo il corpo con un telo. La persona era a terra poco dopo il semaforo, nelle vicinanze delle strisce pedonali, accanto al marciapiede. Dopo circa un’ora le pattuglie hanno bloccato la strada da entrambi i lati senza far più entrare veicoli».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Gli aggiornamenti sul contagio in Veneto e in provincia la sera dell'1 aprile

  • I contagi e i pazienti coronavirus aggiornati a domenica sera

  • I dati aggiornati sui casi di coronavirus in provincia e nel Veneto

  • Ricoveri e decessi: gli aggiornamenti del 31 marzo sera

  • Mutui per prima casa sospesi dai decreti Conte ma alcune banche trattengono la rata

  • Pazienti ricoverati e tamponi positivi al coronavirus domenica

Torna su
VeneziaToday è in caricamento