rotate-mobile
Incidenti stradali Caorle

Incidente a San Stino, 2 auto in fosso e feriti. "Una terza auto coinvolta, ma è scappata"

Si cerca il presunto pirata. Agenti della polizia locale di Caorle stanno indagando dopo aver raccolto le testimonianze di chi ha assistito al sinistro. Feriti all'ospedale

Alcuni testimoni parlano di un'automobile bianca, probabilmente una Panda, che dopo il botto sarebbe scappata in direzione Caorle. Ma si tratta solo della versione di chi sarebbe stato presente in quel momento, nessuna certezza sulla reale dinamica. Incidente nella mattinata di martedì sulla strada provinciale 59 a San Stino di Livenza, due le automobili finite in canale, una Bmw nera con i passeggeri a bordo residenti a San Vendemiano (Treviso) e una Opel bianca. Tutte le persone coinvolte nell'incidente sono finite in ospedale in codice giallo (nessuno sembrerebbe comunque in condizioni gravi). Ora spetta alla polizia locale adoperarsi nelle indagini per capire quale sia stata la dinamica del sinistro.

Il racconto dei testimoni

La versione dei testimoni parla di una probabile manovra azzardata di una Panda, che avrebbe svoltato a sinistra quando il conducente della Bmw si trovava in manovra di sorpasso. A quel punto l'impatto sarebbe stato inevitabile, con la carambola dei due veicoli nel fossato adiacente la sede stradale e il presunto pirata che si sarebbe dato alla fuga. Per ricostruire con esattezza quanto successo, gli agenti della polizia locale di Caorle stanno visionando le telecamere di sicurezza installate in zona, alla ricerca della Panda.

Soccorsi sul posto

Subito dopo l'impatto, sul posto si sono portate alcune divisioni di vigili del fuoco provenienti da Caorle e dai Comuni limitrofi, nonché i sanitari del 118, che prima hanno prestato le cure del caso ai passeggeri coinvolti, poi li hanno trasportati, come detto, in codice giallo all'ospedale di Portogruaro.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Incidente a San Stino, 2 auto in fosso e feriti. "Una terza auto coinvolta, ma è scappata"

VeneziaToday è in caricamento