Incidenti stradali Via Sette Sorelle, 7

Incidente a San Stino, quattro automobili coinvolte: sette i feriti

Lo schianto venti minuti prima delle 18 sulla provinciale 59. Sul posto almeno tre ambulanze. Una persona è rimasta incastrata tra le lamiere

Grave incidente stradale venti minuti prima delle 18 in località Sette Sorelle, nel territorio di Santo Stino di Livenza. A quanto pare, nonostante la dinamica, fortunatamente non ci sarebbero feriti che verserebbero in condizioni troppo preoccupanti. Una prognosi riservata, infatti, è stata sciolta al momento dell'arrivo al pronto soccorso. Quattro però i veicoli coinvolti, con sette persone rimaste ferite e soccorse da tre ambulanze del 118 arrivate sul posto. Tra i malcapitati una bambina di sei anni di Caorle, che viaggiava a bordo di una Grande Punto con il padre, lo zio e un amico di famiglia.

A metterci lo zampino nello schianto, avvenuto sulla strada provinciale 59, nelle vicinanze della rotatoria che collega a Caorle, potrebbe anche essere stato l'asfalto bagnato. Visto il maltempo che ha caratterizzato per lunghi tratti della giornata l'area del Portogruarese. Fatto sta che a quanto pare alla base di tutto potrebbe esserci stato anche un sorpasso azzardato, visto che la paurosa carambola è stata innescata da un impatto frontale laterale.

A subirlo una Opel Zafira con al volante un cittadino marocchino che procedeva in direzione di San Stino di Livenza. A un certo punto avrebbe impattato al limite con la corsia di marcia opposta con una Fiat Punto che proseguiva verso Caorle. A bordo due cittadini di nazionalità marocchina, il cui conducente, sui 40 anni, al momento dei soccorsi era rimasto incastrato tra le lamiere contorte dell'abitacolo. Per liberarlo si è reso necessario l'intervento dei vigili del fuoco. Anche perché il malcapitato non era cosciente ed è stato trasportato all'ospedale in prognosi riservata. Al pronto soccorso, come detto, la prognosi è stata sciolta. Il ferito sarebbe comunque grave ma non in pericolo di vita.

A quel punto la carambola è continuata con la Zafira che ha invaso la corsia di marcia opposta e si è schiantata frontalmente contro una Renault Twingo condotta da un 70enne di San Stino di Livenza, che evidentemente stava tornando a casa. A quel punto la Zafira è "volata" finendo la sua corsa contro il guard-rail. Posizionandosi in maniera perpendicolare al senso di marcia. Impossibile per la famiglia di Caorle sulla Grande Punto evitare l'impatto. Devastante. I due feriti più gravi sarebbero quindi di nazionalità marocchina, per gli altri uno smistamento tra gli ospedali di San Donà, Portogruaro e la struttura sanitaria di Caorle. La viabilità è stata gestita dai carabinieri di San Stino, mentre i rilievi sono stati condotti dagli agenti della polizia municipale.

Inevitabile che il traffico si facesse sentire: per poco meno di due ore la provinciale è stata chiusa. Con un conducente sotto shock, un altro incosciente e gli altri feriti portati via in ambulanza a quanto pare sarebbe stato difficoltoso ricostruire le varie fasi della carambola. Tanto più che il conducente della Grande Punto avrebbe dichiarato di non essersi accorto di nulla. Aveva davanti a sé la Renault, poi all'improvviso è sbucata dal nulla la Zafira perpendicolare al guard-rail.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Incidente a San Stino, quattro automobili coinvolte: sette i feriti

VeneziaToday è in caricamento