menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto Suem Veneto (Twitter)

Foto Suem Veneto (Twitter)

Schianto tra una moto e un autobus: si sviluppa un grosso incendio, pullman distrutto

L'incidente poco prima delle 9 di lunedì in via La Bassa. Sul posto autobotte e forze dell'ordine. Centauro ferito ed elitrasportato a Mestre. Passeggeri del bus illesi

Prima lo schianto, poi l'incendio che ha coinvolto l'autobus turistico e ha causato una nube di fumo visibile per chilometri. Preoccupazione lunedì mattina in via Adriatico a Jesolo, all'altezza dell'intersezione con via La Bassa, per un incidente che ha coinvolto un motociclista e un pullman, oltre che un'automobile: sul posto è stato chiesto l'intervento dell'elicottero del 118 di Treviso, atterrato nelle vicinanze del punto dove si è verificato l'impatto.

Incendio dopo lo schianto

A causa dell'incidente, l'autobus è stato coinvolto da un rogo piuttosto violento, che ha completamente distrutto il mezzo pesante. Nessuno tra i passeggeri che si trovavano a bordo avrebbe riportato conseguenze fisiche. Si tratta di una scolaresca in gita dalla Bosnia, composta da 51 ragazzi tra i 16 e i 20 anni oltre a 6 insegnanti. Alcune persone (sarebbero 3) sono state sottoposte ad accertamenti, due delle quali al pronto soccorso con un colpo di frusta. La viabilità è stata scaraventata nel caos: la strada regionale 43 è rimasta chiusa a lungo (la polizia locale in un post ha dichiarato "si spera di ripristinare la normalità entro il tardo pomeriggio") con deviazioni su via Roma Destra. La strada è stata riaperta in entrambi i sensi di marcia verso le 16.30, ma resta un leggero restringimento della carreggiata.

comando polizia locale-2

Motociclista elitrasportato a Mestre

Sul posto sono intervenute più squadre dei vigili del fuoco, compresa almeno un'autobotte, mentre i sanitari del 118 si sono occupati di prestare i soccorsi al motociclista ferito, un 36enne di origini marocchine. Una volta stabilizzato, è stato caricato a bordo dell'elicottero e trasportato all'ospedale dell'Angelo di Mestre, dove è stato sottoposto a ulteriori accertamenti. Durante le operazioni di soccorso si sarebbe mantenuto sempre cosciente. Si troverebbe in prognosi riservata ma non in pericolo di vita, alle prese con ogni probabilità con una frattura del bacino.

Strada interdetta a lungo

Le forze dell'ordine hanno messo in sicurezza la zona, deviando per il tempo necessario gli automobilisti in entrata e uscita da Jesolo su itinerari secondari. Via Adriatico è stata interdetta per permettere ai pompieri di spegnere l'incendio e lasciare lo spazio necessario all'elisoccorso per atterrare in sicurezza. I rilievi sono stati condotti dalla polizia locale, che ha eseguito lunghe misurazioni: la moto avrebbe prima impattato contro l'auto per poi volare e cozzare contro la parte posteriore del pullman, innescando l'incendio. Dopodiché si sarebbe incastrata sotto l'autobus.

Lavori di sistemazione

Il personale tecnico di Veneto Strade ha riscontrato la presenza di danni all’asfalto provocati dal rogo. La circolazione è stata comunque ripristinata nel pomeriggio con il doppio senso di marcia, ma nel punto dell'incendio è stato realizzato un restringimento della carreggiata necessario ad un cantiere per i successivi interventi di ripristino del manto stradale danneggiato. I lavori di messa in sicurezza saranno effettuati nel corso della nottata dalla stessa società Veneto Strade, che ha competenza sulla regionale 43, e completati nella prima mattina di martedì 29 maggio, garantendo così l’ordinaria circolazione stradale.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Riaperture, Zaia non esclude novità dopo il "tagliando" del Governo del 20 aprile

  • Cronaca

    Avm, per la commissione di garanzia la disdetta normativa è corretta

  • Cronaca

    Msc conferma due navi da crociera a Venezia

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento