Esce di strada e si schianta contro il muretto: giovane perde la vita all'Angelo di Mestre

L'incidente verso le 7 di martedì in via Malpaga a Olmo di Mira. La vittima è Cristian Stevanato, 19enne di Camponogara. Troppo gravi i traumi riportati nel tremendo impatto

Una vita davanti. La passione per il calcio, per i wrestler più famosi e per i videogiochi. Il mondo di Cristian Stevanato, 20 anni il prossimo maggio, si è fermato all'improvviso a causa di un tragico incidente stradale in via Malpaga a Olmo di Mira: l'utilitaria del padre verso le 7 di martedì mattina sbanda e finisce fuori strada, impattando contro un ponticello in cemento di un'abitazione. Lo schianto è devastante, tanto che l'abitacolo del veicolo viene completamente deformato. Fin da subito i residenti capiscono che la situazione è grave: il botto viene udito anche a grande distanza e sul posto si portano più squadre dei vigili del fuoco e i sanitari del 118.

Trasferimento d'urgenza in ospedale

Spetta ai pompieri il compito di estrarre il giovane dalle lamiere contorte: il 19enne è privo di conoscenza, viene intubato e trasferito d'urgenza all'ospedale dell'Angelo di Mestre. Purtroppo durante il ricovero la speranza dei famigliari si è spenta: Cristian Stevanato è spirato in mattinata, nonostante gli sforzi dei medici. Troppo gravi i traumi riportati a causa dell'incidente, nella cui dinamica non sono stati coinvolti altri veicoli. Possibile che la vittima avesse avuto un malore o che sia stata all'improvviso colta da un colpo di sonno. Di certo queste uscite con l'auto del padre, il quale abita a Malcontenta di Marghera, dovevano avere il sapore della libertà conquistata: "Era da poco che aveva preso la patente - dichiarano alcuni vicini - un ragazzo molto a modo e tranquillo. Siamo costernati".

Corsi Enaip a Dolo e tanti interessi

Cristian Stevanato il grosso della sua vita sociale l'aveva tra Dolo e Camponogara, dove abitava con la madre. In tanti in queste ore si stanno stringendo attorno al dolore della donna e anche dei fratelli: il 19enne aveva frequentato i corsi Enaip nella sede di Villa Ferretti Angeli a Dolo, specializzandosi nel settore ristorazione. Tanti gli amici che ora gli stanno tributando un ultimo saluto sui social network, che hanno condiviso con lui la passione per videogiochi e manga, oltre che per il calcio e per i wrestler più famosi. "E' un vero peccato - concludono i vicini - era una persona molto educata e rispettosa. Non riesco ancora a rendermi conto di ciò che è successo". 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Visite ad amici o parenti in casa: le regole per il Veneto da sabato

  • Visite in casa a parenti e amici: le regole per il Veneto a partire da domani

  • Come cambia da domani il Veneto: regole, restrizioni e cosa si può fare

  • Chiude la Coop alla Nave de Vero. Al suo posto potrebbe arrivare Primark

  • Col nuovo Dpcm, dal 16 gennaio il Veneto rimarrà (quasi sicuramente) in area arancione

  • Dpcm, quando serve l'autocertificazione in Veneto: il modello ufficiale da scaricare

Torna su
VeneziaToday è in caricamento