rotate-mobile
Martedì, 28 Giugno 2022
Eventi Caorle

Street art e tutela del mar Adriatico al Caorle sea festival

12 street artist impegnati nel dipingere 9 muri di grandi dimensioni, tra loro Alessandra Carloni, Alessio-B, Anna Conda, Any, Bolo, La Crémerie, Paolo Psiko, Shife, Tony Gallo e Zero Mentale. Dal 23 maggio al 5 giugno

Street art e tutela del mar Adriatico e del suo ecosistema si incontrano per la prima volta al Caorle sea festival, un progetto che vede l’arte mettersi al servizio della riqualificazione urbana e della valorizzazione delle ricchezze paesaggistiche e naturalistiche del litorale. L’iniziativa, in programma a Caorle da lunedì 23 maggio a domenica 5 giugno, vedrà 12 street artist impegnati nel dipingere 9 muri di grandi dimensioni messi a disposizione da proprietari pubblici e privati. Gli artisti coinvolti, che avranno il compito di interpretare il tema “Mare, pesca e tradizioni”, sono nomi affermati del panorama italiano ed internazionale: Alessandra Carloni, Alessio-B, Anna Conda, Any, Bolo, La Crémerie, Paolo Psiko, Shife, Tony Gallo e Zero Mentale.

Il programma del festival (www.caorleseafestival.it) prevede anche eventi collaterali legati alla tutela del mare, momenti di intrattenimento musicale e di approfondimento sulla street art. Caorle sea festival, curato dal gallerista Carlo Silvestrin della Cd Studio d’Arte di Padova, è promosso dal Comune di Caorle, assessorato al Turismo e alla Cultura, con il supporto di negozi, confederazioni del turismo e del commercio, associazioni. La manifestazione gode del patrocinio di Regione Veneto e Città Metropolitana di Venezia.

Gli artisti saranno impegnati in 9 differenti location all’interno del territorio comunale. A ridosso del centro storico, Alessio-B e Zero Mentale omaggeranno con la loro arte un luogo particolarmente significativo per la città, cioè la sede dell’associazione Nazionale Marinai d’Italia, mentre Alessandra Carloni, Any e Tony Gallo lavoreranno invece sulle facciate di tre palazzine di proprietà comunale in via del Rombo: i murales realizzati andranno così a creare il nucleo di un borgo dipinto proprio nel cuore di Caorle.

Tra gli edifici che verranno ri-caratterizzati a colpi di colore ci sono anche il punto vendita di Alí Supermercati in via degli Aironi, dove interverrà Paolo Psiko, la Palestra Alighieri a fianco della Casa della Musica, dove dipingerà Bolo, e due alberghi: l’Hotel Marzia, assegnato alla creatività di Shife, e l’Hotel Stoccarda, dove sarà all’opera Anna Conda. Infine, la crew francese de La Crémerie avrà il compito di trasformare una delle maxi facciate laterali del PalaExpoMar.

Alla sostenibilità e alla tutela dell’ambiente sono dedicate alcune attività specifiche in programma al parco del Pescatore di Strada Traghete sabato 28 maggio 2022: a partire dalle 16 il parco ospiterà un talk dedicato alla presentazione dei progetti dedicati alla tutela dell’ambiente marino e litoraneo a cui parteciperanno il vicesindaco Luca Antelmo, l’assessore all’Ambiente Giampietro Berardo, l’assessore al Turismo Mattia Munerotto e il presidente del Consorzio Arenili Caorle, Angelo Celio Bortoluzzi.

Il pomeriggio sarà allietato da musica e attività per bambini. L’anima sostenibile del Festival si declina, inoltre, nella scelta di utilizzare per i fondi dei murales una particolare tipologia di pittura che, a contatto con la luce, è in grado di distruggere gli agenti inquinanti. Un Festival dedicato al mare non poteva non dialogare con una delle regate storiche più amate: La Cinquecento Trofeo Pellegrini, regina delle regate d’altura organizzata dal Circolo Nautico Santa Margherita. Sabato 4 giugno, dalle 19.30, in piazza Matteotti si terrano i saluti conclusivi del festival, a cui seguirà alle 21.30 il Concerto degli Aglio e Olio Swing. A suggellare il legame tra le due manifestazioni anche una grande vela, decorata dallo street artist Alessio-B. 

Le opere di street art realizzate durante il Caorle sea festival saranno fruibili da tutti coloro che affolleranno la località durante la stagione balneare. Per valorizzarle durante la stagione estiva saranno organizzate iniziative ad hoc. «La città di Caorle è orgogliosa di aver promosso l'organizzazione di questo evento che mira a riqualificare il nostro territorio urbano attraverso l'arte – commenta il vicesindaco Antelmo – Edifici pubblici e privati saranno impreziositi con murales realizzati da artisti di fama internazionale che proporranno opere ispirate al mare, alla pesca e alle nostre tradizioni. Non vadimenticato l'aspetto ambientale: grazie all'utilizzo di una innovativa vernice capace di distruggere agenti inquinanti, contribuiremo a migliorare la qualità dell'aria e quindi la salubrità del nostro territorio.

«Negli ultimi mesi con i ragazzi di Aniel ci siamo visti più volte e sono stato colpito dall’interessamento che hanno dimostrato nei confronti della street art – ha detto il curatore di Caorle sea festival Carlo Silvestrin – abbiamo quindi pensato di coinvolgerli direttamente qui a Caorle. Sabato 28 al Parco del Pescatore avranno la possibilità anche di mettersi alla prova con la realizzazione del loro primo murales».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Street art e tutela del mar Adriatico al Caorle sea festival

VeneziaToday è in caricamento