rotate-mobile
Martedì, 27 Febbraio 2024
Eventi

Noale capitale della musica d’organo: al via la nuova edizione del Marzo organistico 

La XXVIII edizione del festival si aprirà sabato 4 marzo: all’organo Ruffati della chiesa arcipretale si esibirà lo spagnolo Juan de la Rubia, titolare alla Sagrada Famiglia di Barcellona

La musica come messaggera di pace: per la XXVIII edizione del Marzo organistico, Noale si riconferma “capitale” della musica d’organo, ospitando per 4 sabati consecutivi, a partire dal 4 marzo, organisti di fama nazionale e internazionale. «Siamo convinti – annuncia il direttore artistico del festival, il maestro Silvio Celeghin – che la musica, e più in generale la cultura, sono i migliori strumenti che abbiamo per poter contrastare il linguaggio dell’odio e della violenza che ancor oggi imperversa. E i nostri migliori alleati sono i giovani, ai quali dedicheremo una particolare attenzione grazie alla collaborazione con i docenti dell’istituto comprensivo di Noale». 

La XXVIII edizione del festival si aprirà sabato 4 marzo: all’organo Ruffati della chiesa arcipretale si esibirà lo spagnolo Juan de la Rubia, titolare alla Sagrada Famiglia di Barcellona; oltre ad un accattivante repertorio, il maestro si cimenterà con improvvisazioni su temi suggeriti dal pubblico. Toccherà poi ai due docenti delle classi di organo dei Conservatori di Vicenza e Castelfranco Veneto, istituzioni importanti con le quali l’associazione Marzo Organistico ha in atto un dialogo e una fattiva collaborazione. Sabato 11 marzo Matteo Venturini, fiorentino, titolare a Vicenza, proporrà un percorso dal barocco ai contemporanei, mentre sabato 18 marzo Nicola Cittadin, dopo aver incontrato i ragazzi delle classi quarte della scuola primaria, suonerà Bach, Mozart, Bossi e altri autori.

Ultimo appuntamento, sabato 25 marzo, con Elske Te Lindert. L’organista, cantante e direttrice olandese, in tour in Italia, sarà la protagonista nella serata speciale dedicata a Bach e Mendelssohn; accanto a lei uno strumentista insolito per i concerti noalesi, il sassofonista Johan van der Linden, che sarà la sorpresa finale del Festival 2023.

Gli ospiti, oltre a proporre in concerto  pagine organistiche del passato e del presente, dedicheranno alcuni momenti agli alunni dell’Istituto Comprensivo “Betty Pierazzo”, con incontri sullo strumento della chiesa dei Ss. Felice e Fortunato, il “F.lli Ruffatti”, anche dialogando con loro in lingua straniera. Il lavoro assiduo di Lucia Alfonsi, in stretta collaborazione con i docenti dell’Istituto noalese, offrirà lezioni, colloqui, curiosità dal mondo organistico internazionale.

Il Festival Internazionale d’organo lascerà poi la scena alla “Rassegna nazionale di primavera 2023”, un itinerario per la rivalutazione e conoscenza degli organi a canne presenti numerosi nel miranese. In particolare i Comuni e le parrocchie di Scorzè, Salzano, Santa Maria di Sala, Spinea, Martellago, Trebaseleghe, ospiteranno alcuni concerti. “Avremo ancora la collaborazione con il Conservatorio “B. Marcello” di Venezia, con giovani cantanti lirici che saranno abbinati ad alcuni organisti ospiti, per far conoscere ulteriormente un altro importante istituto di Alta Cultura della Regione Veneto” conclude Celeghin.

I concerti inizieranno alle ore 20.45. il Festival è organizzato in collaborazione con il Comune di Noale, Suoni d’Acqua Festival, Musica Chioggia con il patrocinio del Ministero della Cultura. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Noale capitale della musica d’organo: al via la nuova edizione del Marzo organistico 

VeneziaToday è in caricamento