rotate-mobile
Martedì, 30 Novembre 2021
Altro

La Maratonina si riprende Mestre

In 800 alla Maratonina ribatezzata "Della Salute"

Nonostante il tempo incerto fino alla fine, ma esauriti da sabato pomeriggio, i pettorali di 800 persone hanno colorato una domenica uggiosa, riempiendo piazza Ferretto fin dall'alba, e alle 9.30 la Maratonina è partita. Ribattezzata della rinascita, la dodicesima edizione organizzata dalla Municipalità di Mestre Carpenedo insieme all'associazione sportiva Cral Generali è stata denominata I diecimila della Maratonina di Mestre. La novità principale è la distanza sulla quale si sono impegnati gli atleti: previsto un unico percorso non competitivo, uguale per tutti, di dieci km su circuito cittadino di circa 3,4 km da ripetere tre volte, e soprattutto green, attraversando le piste ciclabili.

Il percorso

Se l'anno scorso in tempo di Covid si era svolta la Virtual Run, nelle edizioni passate si era sempre potuto scegliere se partecipare alla gara competitiva di 21 chilometri o alle due non competitive di 13,5 e 6,5 chilometri. La gara si è svolta nel rispetto delle norme anti-Covid, con partenza scaglionata in due gruppi a diversa distanza nella piazza. Obbligo di mascherina nei primi 500 metri di gara, il tratto di dieci km prevedeva il percorso in via Manin, della pista ciclabile in via Einaudi fino all'hotel Sirio, la rotonda di via Circonvallazione e poi fino all'entrata dell'ex Umberto I; quindi via Antonio da Mestre, Nazario Sauro, Riviera XX Settembre, e via Rosa, via Verdi, via Mazzini, Carducci, Felisati fino a via Cavalotti, per percorrere poi la pista ciclabile di via Dante, via Carducci, via Rosa, Poerio e arrivo in piazza. Il percorso cittadino si è snodato con molte curve e cambi di direzione, ma gli organizzatori avevano chiesto di prestare attenzione ai volontari di Protezione civile, polizia locale e associazioni, oltre al gruppo sportivo di Cral Generali.

La classifica

Il primo classificato nella categoria uomini è Roberto Cassol, 23 anni di Belluno, che praticando corsa in montagna, con un tempo di 32.22' ha vinto la sua prima gara su strada. La mestrina Elisa Comisso, nel gruppo sportivo Coin, ha trionfato nella categoria donne, con un tempo di 36.30'. «Sono una maratoneta ha detto ho deciso di partecipare anche perché è una gara a scopo di beneficenza. Sono madre di due bambini, e spero che i miei figli imparino che lo sport fa bene per tutta la vita». La manifestazione coniuga sport e solidarietà, e i fondi raccolti finanzieranno l'Avapo e il Poliambulatorio Emergency di Marghera. La prima classificata tra i giovanissimi è stata Linda Jacqueline Pies, del 2009, che ha tagliato il traguardo in 48'. Tra i gruppi sportivi premiati anche il Running Team Mestre, e tra i più numerosi con oltre 50 iscritti, Viva Piraghetto. «Nonostante l'incertezza delle condizioni atmosferiche ha dichiarato il vicesindaco Andrea Tomaello il tempo ci ha graziati, e siamo riusciti a realizzare una manifestazione caratterizzata dal binomio vincente di sport e solidarietà».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Maratonina si riprende Mestre

VeneziaToday è in caricamento