rotate-mobile
Lunedì, 4 Marzo 2024
Basket

La Reyer prova a svoltare: presentati Jordan Theodore e JMorgan

Gli orogranata dopo la sconfitta in Eurocup presentano i due nuovi arrivi

L’Umana Reyer ha raggiunto l’accordo con l’atleta Jordan Theodore, playmaker di 182 cm, nato a Englewood, nel New Jersey, l’11 dicembre 1989 e in possesso di doppio passaporto, statunitense e nord-macedone.

Carriera

Formatosi al college di Seton Hall e alla high school di Patherson Catholic, da dicembre 2019 al termine della passata stagione ha vestito la maglia dei russi dell’Unics Kazan in VTB League e in EuroCup. Nella stagione 2020/21, Theodore ha disputato 15 incontri di VTB League, a 8,2 punti e 5,2 assist di media, e 16 di EuroCup (6,4 punti e 4,1 assist per partita), raggiungendo la finale in entrambe le manifestazioni. Chiusa l’esperienza universitaria a Seton Hall, ha giocato in Turchia (Antalya e Mersin Buyuksehir Belediye), Portorico (Mets de Guaynabo), Repubblica Dominicana (Huracanes del Atlantico), Francia (JL Bourg), Germania (Skyliners Francoforte, vincendo la FIBA Europe Cup) e di nuovo Turchia (Banvit, vincendo il titolo nel 2017 e raggiungendo la finale di Basketball Champions League), prima di arrivare in Italia, a Milano. Con la maglia dell’Olimpia, nella stagione 2017/18, ha giocato 20 partite di Serie A e 23 di Eurolega e vincendo scudetto e Supercoppa. Infine, prima del trasferimento a Kazan, il playmaker ha vestito anche le maglie di AEK Atene (Grecia), con cui ha vinto da MVP la Coppa intercontinentale 2019, e Besiktas (Turchia). Jordan Theodore e Jordan Morgan saranno presentati alla stampa prossimamente al Taliercio.

Le interviste

Jordan Theodore è molto contento del suo approdo in laguna: «Sono entusiasta di essere qui e tornare a giocare in Italia. E sono contento di tornare a giocare insieme a Morgan: da Kazan, abbiamo un lavoro da completare, non essendo riusciti alla fine a conquistare l’EuroCup. Quando ho giocato a Milano, ho apprezzato l’organizzazione dell’Umana Reyer e l’atmosfera del Taliercio, dove è difficile giocare da avversario, perché il pubblico è molto partecipe. E sono contento di essere allenato da De Raffaele, un coach che ho sempre stimato». Assieme a Theodore arriva in orogranata anche Jordan Morgan, ala statunitense in ottimo feeling con lo stesso Theodore. Morgan cerca di caricare la squadra: «È un momento difficile della stagione e io mi metto a disposizione della squadra con la grande energia che posso mettere in campo, che si può tradurre in un sentimento di positività».

Contro il Bourg en Bresse

Le presentazioni arrivano all'indomani della sconfitta in Eurocup. Una tripla di Harris sulla sirena finale regala a Bourg en Bresse la vittoria al Taliercio nella prima giornata di ritorno della fase a gironi di 7Days EuroCup. Non riesce dunque all’Umana Reyer la concretizzazione di una bella rimonta, che l’aveva portata nell’ultimo quarto a passare in vantaggio anche di 3 punti dopo essere stata sotto di 10. Il finale di primo quarto è tutto francese, con gli ospiti avanti 22-23 al primo intervallo. Il secondo tempo si apre con il 39-47 di Harris, poi l’Umana Reyer si riavvicina a un solo possesso con l’accelerazione di Tonut e la tripla di Bramos (44-47 al 22’30”). Bourg infila un paio di triple e riallunga sul 50-59 al 26’30”, poi il solito Tonut prima, coadiuvato successivamente da Echodas trascinano gli orogranata. Ma, ancora una volta, comunque, il finale di periodo è degli ospiti, che arrivano al 30′ sul 57-64. La partita si fa sempre più tesa, con gli orogranata al bonus dopo 3′, ma anche al pareggio a quota 67 al 33’30” grazie al libero di Echodas e alla tripla di Vitali dopo il fallo in attacco di Williams portato a casa dal lungo lituano. Il time out francese non interrompe l’inerzia. Anche gli ospiti spendono il bonus, ma tornano in vantaggio al 37′ sul 73-74 e allungano sul 73-76 al 38′, ma con un’ottima circolazione l’Umana Reyer costruisce al 39′ la tripla del 76-76 di De Nicolao. Nel finale, dopo il time out, l’ultimo possesso è francese: sbaglia Harris, ma la rimessa è confermata con l’instant replay per Bourg con 1” e 9 decimi a disposizione e così Harris, sulla sirena, mette la tripla della vittoria per 78-81.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Reyer prova a svoltare: presentati Jordan Theodore e JMorgan

VeneziaToday è in caricamento