MestreToday

Denuncia tre baby ladri in azione, due ore dopo viene picchiato a sangue

Due episodi in poche ore a Mestre in cui sono coinvolti giovani, anche minorenni. Ancora da chiarire se ci sia un collegamento

Ha sorpreso tre giovani a tentare di rubare un monopattino elettrico e ha chiamato la polizia municipale, che li ha fermati. Qualche ora dopo, si è ritrovato accerchiato da altri ragazzi che lo hanno picchiato ed è finito all'ospedale. Potrebbe trattarsi di una coincidenza, ma non è escluso che sia un regolamento di conti quello che ha visto come vittima un 18enne che martedì pomeriggio è stato aggredito nei pressi del centro commerciale Le Barche, a Mestre. 

Il furto

Tutto, però, è cominciato verso le 16.30, quando la polizia locale ha ricevuto una segnalazione da parte del 18enne che si trovava insieme a un amico. Il ragazzo ha informato i vigili che tre ladruncoli stavano cercando di rubare un pattino parcheggiato in via Poerio. Giunte sul posto, tre pattuglie della sezione di sicurezza urbana della polizia locale hanno accerchiato i giovani sorprendendoli mentre ancora cercavano di tagliare il lucchetto del monopattino. Per due di loro, un 18enne e un 17enne, è scattato l’arresto per tentato furto pluriaggravato. Il terzo componente della banda, di 14 anni, è stato invece denunciato. I tre erano già noti alle forze dell’ordine per precedenti episodi legati a reati contro il patrimonio e si ritiene che possano essere membri delle baby gang che in questi mesi sono state protagoniste di diversi episodi di violenza. 

Il pestaggio

I tre sono stati portati in comando mentre il 18enne che aveva lanciato l'allarme se n'è andato. Due ore pù tardi, è stato accerchiato in piazza Barche e malmenato da un gruppo di coetanei. E' stato preso a pugni fino all'arrivo delle volanti della polizia, che hanno riportato la situazione alla normalità. Il ragazzo è stato accompagnato al pronto soccorso (non è in gravi condizioni) mentre la polizia ha avviato le indagini per ricostruire l'episodio. In serata erano ancora in corso gli approfondimenti. E' possibile che gli aggressori conoscessero i tre ladruncoli finiti nei guai qualche ora prima e che volessero in qualche modo vendicarli, ma questo saranno solo le successive indagini eventualmente a confermarlo. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuova ordinanza in Veneto: novità per le attività commerciali e limitazioni in vigore

  • Natale con congiunti ma senza abbracci: le regole per cenone e veglione di Capodanno

  • Domani si decide sul colore del Veneto, Zaia: «Pressione su ospedali, ma tutto sotto controllo»

  • Domani nuova ordinanza in Veneto, Zaia: «Misure per garantire la salute pubblica»

  • Coronavirus, il prossimo mese il Veneto potrebbe essere area a rischio elevato

  • Perché Venezia era piena di gatti?

Torna su
VeneziaToday è in caricamento