menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Donna scippata in via Piave colpita e fatta cadere a terra dal ladro in fuga

Domenica verso le 16.30 M.O., di nazionalità marocchina, ha rubato il portafoglio a una signora. Rincorso dalla stessa, per scappare l'ha aggredita. E' stato arrestato poco lontano dalla polizia

Si era seduta su una panchina dei giardini di via Piave appoggiando la propria borsa accanto a sé. Un momento di pausa assieme a un'amica per assistere a una manifestazione. Due parole e la voglia di godersi gli ultimi scampoli di pomeriggio domenicale. Il "quadretto" è andato in frantumi quasi subito, però. Verso le 16.30 M.O., cittadino 36enne di nazionalità marocchina senza fissa dimora, si siede accando alla donna. Pochi attimi e l'uomo, con precedenti per rapina, spaccio di sostanze stupefacenti, oltraggio, resistenza e violenza a pubblico ufficiale, ha già insinuato la propria mano nella borsa, prendendosi il portafoglio e scappando via.

Accortasi subito del furto, la signora rincorre il ladro, fino a trovarselo di fronte. Per riuscire a scappare il 36enne ha violentemente e ripetutamente strattonato la sua interlocutrice al braccio sinistro, fino a farla cadere a terra. Intanto però gli operatori delle volanti della questura erano già sul posto. Sulla base della descrizione del malviventi si sono messi a cercarlo, fermandolo poco lontano.


Le condizioni della derubata non sarebbero preoccupanti. M.O., arrestato con l'accusa di rapina impropria, e già finito in manette (stavolta grazie ai carabinieri) per rapina lo scorso febbraio, stamattina è stato condannato per direttissima a un anno e quattro mesi di reclusione. L’Ufficio immigrazione della questura ha attivato la procedura per la sua espulsione.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento