menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

È partito il nuovo mercato di Mestre

I banchi sono operativi, venditori e clienti sembrano soddisfatti. La struttura e l'organizzazione si rifanno ai mercati coperti di molte grandi città europee

Il mercato coperto di Mestre è entrato in funzione stamattina, attirando centinaia di persone tra clienti e curiosi. Non c'è dubbio che sia un bel vedere e un gran passo in avanti, rispetto ai vecchi gazebo che occupavano l'area (tra via Fapanni e piazzetta Coin) fino a pochi mesi fa. C'è stata una fase di transizione tra l'estate e l'autunno, con i banchi spostati per lasciare spazio ai cantieri, e ora ci siamo. Nelle prime ore di attività si è vista parecchia gente e, in generale, tanto entusiasmo sia da parte dei venditori che dei consumatori. I banchi sono tutti operativi e propongono la consueta varietà di merce: pescherie, macellerie e prodotti caseari, ortofrutta, fiori e piante.

VIDEO: impressioni e pareri degli utenti

Mercato coperto

Come da progetto, sono stati mantenuti due accessi e l’area è stata ridotta di circa 100 metri quadri per rispettare le distanza regolamentari dal Marzenego. I banchi sono stati unificati in blocchi continui, in legno lamellare con pannelli colorati. L'elemento più evidente e caratteristico è la copertura unitaria in legno, che contribuisce a dare una sensazione di coerenza complessiva e che dà al mercato un aspetto simile a quello di altre strutture analoghe presenti in varie città europee. 

Trasformazione

La nuova struttura di copertura è ampia 2mila metri quadri e presenta una serie di falde romboidali prefabbricate in legno lamellare appoggiate su pilastri in acciaio, posizionati in modo da cadere al centro dei percorsi e quindi lasciare libere le facciate dei banchi. Il manto di copertura è realizzato con pannelli ondulati, per metà opaco e per metà traslucido. I banchi sono distribuiti così come nella vecchia configurazione. Inoltre sono stati fatti ex novo i servizi igienici per gli operatori del mercato, cosi come gli impianti elettrici e idrici e in generale tutto il piano di calpestio.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Assegno unico figli 250 euro al mese: come ottenerlo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento