Seguono la passione e accettano la sfida: apre il negozio per bikers a Spinea

Da vetrina spenta a locale che riprende vita in città grazie anche al bonus di Confcommercio. Inaugurato sabato pomeriggio Manovia 54 in piazza Marconi

Annalisa Guarino e Giovanni Moro di Manovia 54

Musica e rinfresco sabato pomeriggio a Spinea in piazza Marconi: Annalisa Guarino e Giovanni Moro hanno riaperto il piccolo locale sfitto all'angolo ed è nato “Manovia 54”, negozio di articoli per appassionati di moto e dell’universo Harley. Un'iniziativa per la riqualificazione della città realizzata anche grazie al bonus di Confcommercio del Miranese. La confederazione ha previsto infatti di corrispondere 500 euro a chi decide di riaprire un negozio sfitto entro l’anno.

Da un incidente alla crisi economica della pandemia, Annalisa e Giovanni hanno accettato la sfida di rimettersi in campo e hanno fatto della loro passione per le moto e le Harley Davidson un'attività. Nella piccola bottega che riapre al civico 1 di Piazza Marconi realizzeranno e personalizzeranno articoli in pelle e cuoio, applicheranno borchie, rivetti, bottoni, oggetti cult per veri bikers. L’arte e l’esperienza dei due titolari, compagni nel lavoro e anche nella vita, saranno a servizio di chi volesse abbellire o aggiustare cinture, borse, oggetti in pelle e il negozio è anche rivendita di accessori e abbigliamento per uomo e donna.

WhatsApp Image 2020-10-12 at 11.17.03-2

Dietro il bancone l'esperienza ventennale dei titolari: lei proviene dal mondo dell’abbigliamento, lui da quello delle calzature e insieme hanno deciso di cogliere l'opportunità messa a disposizione da Confcommercio per la loro vita professionale e per Spinea, dove Annalisa è nata. Una misura anti-abbandono per far ripartire il commercio ridando vita alle vetrine ancora vuote, contribuendo a rigenerare i quartieri ed animare le vie cittadine. «L’idea – spiegano Annalisa e Giovanni – ci è venuta vedendo tanti bikers fermarsi spesso in piazza Marconi, dandosi appuntamento al bar o al semaforo di via Roma. Abbiamo visto questa piccola vetrina vuota proprio lì di fronte, in una posizione strategica e ci siamo detti: è nostra».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«A distanza di poche settimane – spiega Patrizia Vianello, delegata Confcommercio a Spinea – apriamo una nuova attività in città, per giunta unica nel suo genere. Annalisa, che conosco da molto tempo e che nonostante le avversità ha saputo sempre rimboccarsi le maniche e uscirne a testa alta, affronta ora questa nuova avventura con il suo compagno, in un negozio che rappresenta un nuovo passo nel percorso di riqualificazione di Spinea. È grazie a persone come Annalisa e Giovanni, disposte a mettersi in gioco anche in un periodo così difficile, che oggi la sfida aperta alla desertificazione commerciale dei nostri centri può segnare un altro punto a nostro favore. Se saremo uniti ce la faremo».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, bollettino di oggi: i numeri di Veneto e provincia di Venezia

  • Malore fatale, commerciante muore a 37 anni

  • Schianto sulla strada: morto un ragazzo di 18 anni a Veternigo

  • Coronavirus, bollettino di oggi: numeri di Veneto e provincia di Venezia

  • Per Zaia il problema non sono ristoranti e palestre: «Bisognava puntare su assembramenti»

  • Coronavirus, bollettino di oggi: numeri di Veneto e provincia di Venezia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VeneziaToday è in caricamento