Domenica, 17 Ottobre 2021
Scuola

797 studenti del Veneto si diplomano con 100 e Lode. La regione è ottava nella classifica nazionale

Buoni risultati per gli studenti della regione che si portano a casa una buona percentuale di voti alti alla maturità 2021

Il Ministero dell'Istruzione ha rivelato i primi dati sugli esiti degli Esami di Stato 2021. Quest'anno in cui la formazione scolastica ha subito un drastico cambiamento a causa della pandemia, anche l'esame di maturità ha dovuto adeguarsi a nuove modalità di svolgimento. Una sola prova, quella orale ha sostituito la carrellata di scritti che l'avevano preceduta negli anni precedenti, escluso il 2020 ed è così che gli studenti italiani hanno affrontato il più temuto esame di fine percorso scolastico con una formula tutta nuova. 

Ma come sono andati gli esami per gli studenti del bel Paese? Quali risultati sono stati ottenuti e quanto è variato il voto rispetto agli anni precedenti? Iniziamo con l'analizzare la situazione degli studenti della regione Veneto di cui, quest'anno, quasi 800 hanno ottenuto il voto più alto: 100 e Lode. Una percentuale, quella veneta, che pone la regione all'ottavo posto in classifica, a livello nazionale, per il numero di lodi ottenute dai ragazzi del quinto superiore. Al primo posto c'è la Puglia con 2166 Lodi totali. Ma entriamo più nel dettaglio.

I risultati a livello nazionale

Quest’anno è stato ammesso all’Esame di Stato del secondo ciclo il 96,2% dei frequentanti. I diplomati risultano essere il 99,8% delle studentesse e degli studenti che hanno sostenuto l'esame (erano il 99,5% nell'anno scolastico 2019/20). I diplomati con lode sono il 3,1% rispetto al 2,6% di un anno fa. Più di un diplomato su due prende un voto superiore a 80: il 52,9% delle studentesse e degli studenti si colloca infatti nella fascia di valutazione 80-100, rispetto al 48,9% dell’anno scorso. Praticamente stabili le valutazioni comprese tra 91 e 99 (al 15,6%) e nella fascia di voto 81-90 (passati dal 21,1% al 20,7%). 

I voti 60 passano dal 5,5% del 2020 al 4,8% di quest’anno: sono dunque in calo. I voti nella fascia 71-80 passano dal 25% al 23,7%, i 61-70 dal 20,7% al 18,5%. Le percentuali delle studentesse e degli studenti con 100 salgono dal 9,6% dell’anno scorso al 13,5%. 

I docenti hanno assegnato la lode a 15.353 studentesse e studenti. Guardando al rapporto tra diplomati con lode e diplomati totali, la percentuale più alta si registra, così come lo scorso anno, in Puglia (5,9%). Seguono Umbria (4,8%), Marche (4,4%), Calabria (4,4%). 

La media dei voti più alta si conferma nei Licei, dove il 4,7% dei candidati ha conseguito la lode, il 17,3% ha raggiunto 100 (numero in aumento rispetto al 12,9% dell’anno scorso), il 18,1% tra 91 e 99, il 21,9% tra 81 e 90. Nello specifico, il Classico si conferma al primo posto per numero di diplomati con lode (8,5%), seguito dal liceo Europeo (7,5%) e dal liceo Scientifico (7%).  

Seguono gli indirizzi Tecnici, nei quali ha conseguito la lode l’1,7% dei ragazzi (in aumento rispetto all’1,4% di un anno fa), il 10,4% ha ottenuto 100, il 13,1% tra 91 e 99, il 19,3% tra 81 e 90. Nei Professionali, lode per lo 0,8% (rispetto allo 0,5% del 2020), 100 per l’8,4%, la fascia di voto 91-99 per il 13% e 81-90 per il 20,1%. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

797 studenti del Veneto si diplomano con 100 e Lode. La regione è ottava nella classifica nazionale

VeneziaToday è in caricamento