rotate-mobile
Giovedì, 9 Dicembre 2021
Calcio

Spinea un incubo senza fine

Pesante ed immeritata sconfitta per lo Spinea che rimane all'ultimo posto della classifica e vede sfumare l'opportunità di ottenere il primo successo e scavalcare in graduatoria i giallorossi romagnoli sprecando anche il rigore del pari

Ok la giustificazione delle assenze, va bene che dall'inizio campionato il mister non riesce ad avere una volta sola la formazione al completo, ma per lo Spinea di Mario Scopece questo primo campionato di Serie D assomiglia più a un incubo che a una serie di partite di calcio. Detto questo lo Spinea gioca un primo tempo motlo guardingo e si muove di più nella ripresa ma, come spesso accade, viene colpito nel momento migliore e in fase di pressing e avrebbe meritato il pari una volta rimasti in superiorità numerica. 
Al 3' tiro di Brugnolo che esce di poco. Al 15' trema Urban. Punizione di Santoni e al volo Nisi colpisce in pieno il palo. Ancora Urban protagonista al 22'. Angolo di Santoni e D'Angelo colpisce di testa ma il portiere alza in angolo.

Il secondo tempo

Lo Spinea inizia la ripresa con più piglio ed al 2' Zanchin dal limite impegna Scotti a terra. Al 13' clamorosa doppia occasione per lo Spinea, cross da sinistra di Ferrazzo ed a centroarea Numi manca l'impatto sulla sfera, intercetta un difensore e la palla schizza verso Berto che da due passi manda alto. Ma al 22' succede l'imprevedibile. Pallone che spiove in area dello Spinea dove c'è solo Faggian, il giocatore scivola e probabilmente tocca la sfera col braccio, l'arbitro così decide per il calcio di rigore ed ammonisce il difensore che era già stato sanzionato col giallo e così viene espulso. Traini trasforma dal dischetto. Lo Spinea non ci sta ed al 31' Fantinato pressa in area Palumbo che cade e , a sua volta, tocca la sfera col braccio. Stavolta il rigore è a favore dei gialloblù. Tira Fantinato ma Scotti intuisce e respinge. Partita stregata e classifica preoccupante. Almeno si recuperassero gli infortunati!
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Spinea un incubo senza fine

VeneziaToday è in caricamento