Campalto Campalto

«Sicurezza alla scuola Gramsci». Il Pd punta a riqualificare Campalto e Villaggio Laguna

Un'interrogazione per l'istituto comprensivo e un documento dei consiglieri con alcune proposte per affrontare le problematiche e sviluppare le potenzialità del quartiere

L'accesso all'istituto comprensivo Antonio Gramsci di Campalto, che avviene mediante un ramo di strada che si stacca da via Passo Campalto, o si raggiunge da via Orlanda, è stato oggetto di segnalazioni di pericolo giunte al Partito Democratico. Il gruppo consiliare, con firmatari i consiglieri Alessandro Baglioni, Alberto Fantuzzo, Paolo Ticozzi, Emanuele Rosteghin, Emanuela Zanatta, Giuseppe Saccà e Monica Sambo, ha depositato un'interrogazione. «Nonostante il divieto di transito per le autovetture negli orari di entrata ed uscita degli studenti, tale accesso non risulta di norma presidiato da agenti di polizia municipale. Anche per l'accesso pedonale da via Orlanda giungono segnalazioni, a causa della compresenza poco regolamentata tra autovetture e pedoni dove generalmente i genitori fanno scendere dalle autovetture gli studenti. Si interrogano assessore e giunta per sapere cosa intendono fare per garantire una maggior sicurezza agli studenti».

Sul quartiere e in particolare sulla rigenerazione del Villaggio Laguna, soggetto a spopolamento, degrado e abbandono, il Pd, sia del Consiglio di Municipalità che di Comune e Regione, ha elaborato un documento con alcune proposte per affrontare le principali problematiche e sviluppare le potenzialità del quartiere. Il centro di edilizia popolare (Cep) sulla gronda lagunare, (poi battezzato Villaggio Laguna) può riscattarsi attraverso un «progetto di rigenerazione urbana, economica e sociale». Ne hanno parlato sabato i consiglieri. «È un'area dalle straordinarie potenzialità, ma risente dei segni del tempo. Ha bisogno di manutenzioni agli edifici, al verde, a viali e ai marciapiedi - ha spiegato il consigliere Alessandro Baglioni - Serve un rilancio sociale, un piano di ripopolamento e il superamento della crisi dei negozi». I residenti dai quasi 4000 di 50 anni fa sono passati a 1800. Sono anziani, per la maggior parte, necessitano di servizi come un ambulatorio medico. «È stato spostato a Campalto. Con il Covid - ha detto la consigliera di Municipalità Monica Zennaro - è impossibile raggiungerlo anche al telefono e i tempi medi per una ricetta sono di 5 giorni circa». «Dal Comune come capofila di un accordo di programma può partire un progetto di co-housing per riqualificare gli spazi con fondi nazionali ed europei», hanno detto la consigliera regionale Francesca Zottis e il segretario del circolo Pd Lionello Pellizzer. «Questo modo di aggredire i problemi può diventare una pratica esportabile», ha ricordato la capogruppo Pd Monica Sambo. «Serve coinvolgere la cittadinanza in municipalità», per la consigliera Roberta Tossato, e per i colleghi Angelo Lerede e Fabrizio Trevisan con un collegamento anche fisico, come una piazza, Campalto e il Villaggio possono diventare un quartiere unico volto ad assicurare quel ricambio generazionale e sociale che è indispensabile e si può realizzare, viste del potenzialità del quartiere affacciato sulla laguna nord, sul parco di San Giuliano insediato nel verde e poco distante da punta di passo Campalto.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

«Sicurezza alla scuola Gramsci». Il Pd punta a riqualificare Campalto e Villaggio Laguna

VeneziaToday è in caricamento