Martedì, 18 Maggio 2021
Mestre Mestre Centro / Via Pietro Bembo

E' festa all'Hostaria Vite Rossa: vent'anni di tradizione veneta per i fratelli Zanetti

Venerdì e sabato celebrazioni nel locale dei cicchetti di via Bembo a Mestre con musica, pasta e fagioli: "Il futuro della tradizione culinaria veneziana è qui"  

"Le patatine in sacchetto con lo spritz, mai". Per l'Hostaria Vite Rossa una specie di diktat che bandisce l'aperitivo 'globalizzato' e offre polpettine, mozzarelle in carrozza, anche farcite con il gorgonzola o il baccalà mantecato, carne, pesce e quanto di meglio rientra nella tradizione della cicchetteria veneziana. A vent'anni dall'inizio dell'attività, i fratelli Zanetti, di questo noto locale di via Bembo a Mestre, sono pronti alle celebrazioni che si terranno venerdì e sabato. L'asso nella manica questa volta è la pasta e fagioli.

"MAI LO SPRITZ CON LE PATATINE"

"Poi un cicchetto tira l’altro e arrivi a gustare anche champignon ripieni con crema di formaggi, gamberi in saor e le immancabili sarde, poi le canoce, in questo periodo dell’anno anche radicchio avvolto con lo speck. Sono oltre 50 le varietà di cicchetti preparate ogni giorno.
Ma non chiamatela “apericena”. Perché poi a tavola conviene sedersi ancora: la Vite Rossa è infatti un ristorante", scrivono i titolari.

Il meglio della cucina veneziana e veneta all'Hostaria: bigoli di pasta fresca in salsa d'acciuga con pistacchi e fiori di zucca, risotto di luganega, gorgonzola e radicchio tardivo, baccalà alle tre vecchie maniere (vicentina, mantecato e in umido), straccetti di pollo ai funghetti di bosco e zafferano serviti con cous cous, fiorentina di sorana a chilometro zero alla griglia e dolci fatti in casa.

VENT'ANNI DI TRADIZIONE VENEZIANA E VENETA

Alla fine poco importa che ci si trovi a Mestre: anzi, in questi vent’anni di attività, la posizione in terraferma ha portato solo fortuna. La Vite Rossa oggi è uno dei locali più quotati anche su Tripadvisor, grazie proprio alle sue tradizioni culinarie tipicamente veneziane. Lo conoscono mestrini, veneziani e turisti, anche stranieri. "Quella del cicchetto è una tradizione che si sta un po’ perdendo - racconta Luca Zanetti, che insieme ai fratelli Fabrizio e Patrizia ha ereditato il locale dalla madre Evelina, oggi come allora una vera istituzione e soprattutto sapiente fautrice dei dolci fatti in casa -. Oggi lo spritz sembra legato indissolubilmente al sacchetto di patatine, ma non è così e di puristi oggi ne sono rimasti pochi, anche nella stessa Venezia. Noi rimaniamo fedeli e se siamo riusciti a durare vent’anni, il motivo è anche questo. Alcuni turisti hanno scritto che qui da noi sembra di essere a Venezia, anche se fuori c’è una strada invece di un canale. Dirò di più: per noi Mestre è il futuro. Venezia è stata svenduta, qui invece è il centro di tutto, aprono hotel, B&B, noi ci mettiamo la buona tavola legata alla tradizione e un po’ della Venezia antica che a tanti piace ancora".

MUSICA, ZONA PEDONALE E TAVOLI ALL'APERTO

"Abbiamo semplicemente portato avanti il sogno di mamma", prosegue Luca, che con i fratelli è miranese d’origine, "seguendo le sue orme, mantenendo il locale com’era vent’anni fa. Crediamo che la tradizione paghi: un tempo con il passaparola, poi con i volantini, ora nei social network, il nostro locale è tra i meglio recensiti di Mestre nella ristorazione". L’hostaria è aperta sette giorni su sette, perché di una coccola del palato può esserci sempre bisogno. I vent’anni dell’hostaria dei fratelli Zanetti ricorrono ufficialmente il 4 novembre, ma la festa sarà anticipata il prossimo fine settimana: venerdì e sabato, dal tardo pomeriggio, alla Vite Rossa verranno offerti pasta e fagioli, con musica e bancarelle fino a mezzanotte, approfittando anche della strada pedonale, con tavoli e sedie all’aperto. Il modo giusto per salutare l’arrivo della stagione più bella per gli amanti del cicchetto, l’autunno, con le sue innumerevoli specialità gastronomiche. "Fa molto piacere celebrare un'attività che è sul mercato da così tanti anni - dice Ennio Gallo, presidente di Confcommercio del Miranese, del quale i titolari della cicchetterai sono soci - significa che ha operato bene, legandosi alle tradizioni e al territorio".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

E' festa all'Hostaria Vite Rossa: vent'anni di tradizione veneta per i fratelli Zanetti

VeneziaToday è in caricamento