menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Mestre, trambusto in zona stazione: scoppia la lite all'interno di un negozio, arriva la polizia

Due persone sono venute alle mani in un alimentari di via Trento nel tardo pomeriggio di martedì. Nessuna grave conseguenza, ma i cittadini continuano a invocare più ordine

Un nuovo episodio di violenza in zona stazione a Mestre, sempre in quel triangolo tra via Trento, via Monte San Michele e lo scalo ferroviario. Stavolta i protagonisti sono due, secondo i testimoni: si sono affrontati poco prima delle 18 di martedì all'interno di un negozio di alimentari a conduzione bengalese in via Trento, di fianco alla pizzeria La Carina, a pochi passi dall'hotel Trieste. A scatenare la lite ci sarebbero motivazioni economiche: uno dei due avrebbe chiesto all'altro dei soldi, quest'ultimo si sarebbe rifiutato di darglieli. Quindi i due (entrambi nigeriani, pare) hanno cominciato ad alzare le mani e spintonarsi. Creando un certo trambusto nel piccolo esercizio, tanto da far crollare alcuni scaffali con sopra i prodotti in vendita.

Polizia sul posto

La zona era piuttosto affollata e sono stati in tanti a chiamare la polizia, giunta sul posto in pochi istanti. Le pattuglie hanno fatto ingresso nel negozio, bloccando e identificando i facinorosi. Non ci sarebbero grosse conseguenze, ma resta alta la preoccupazione per la situazione "esplosiva" che si continua ad osservare nell'area antistante la stazione.

"E' la terza volta oggi"

Racconta Vincent, un parrucchiere fondatore del gruppo "Zero degrado": "È la terza volta che succede oggi. Nei due episodi precedenti sono intervenuto di persona riuscendo a bloccare la lite all'inizio". Solo 48 ore prima era stata segnalata l'ennesima rissa in strada, più o meno nello stesso punto: in quel caso erano una ventina le persone coinvolte, perlopiù spacciatori. Se le sono date con bottiglie e bastoni, uno è finito in ospedale con una ferita alla testa. Sul posto anche Luigi Corò, portavoce del comitato Cmp, che chiede da tempo la misura del daspo urbano per chi si macchia di episodi del genere.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Bollo auto, prorogata ancora la scadenza del pagamento in Veneto

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento