menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Una rotatoria

Una rotatoria

Viabilità Mestre, si cambia: al via i lavori per le quattro nuove rotatorie. Pronte per fine anno

Il progetto è stato approvato nel mese di marzo, ora cominceranno i lavori. L'obiettivo è quello di concentrare i lavori in estate e portare a termine gli interventi entro Natale

Quattro nuove rotonde a Mestre regoleranno il flusso di veicoli che confluisce dal nord della città. Obiettivo dell'amministrazione comunale è quello di apportare modifiche alla viabilità per ridurre il traffico, specialmente tra Terraglio, via Piave, via Miranese e il quartiere San Paolo. Via gli incroci quindi e i relativi semafori, spazio alle rotatorie. Una a fagiolo tra via Piave, via Miranese e via Carducci, una tra via Filiasi, via Padre Giuliani e Torre Belfredo, un'altra tra via Padre Giuliani e via Einuadi. L'ultima, anch'essa a fagiolo, ai 4 cantoni. Tutto pronto per il via ai lavori: è di gennaio la stesura del progetto definitivo, la delibera che approva il progetto risale a marzo, mentre da maggio è pronto l'esecutivo. Se i tempi saranno rispettati, entro la fine dell'anno i lavori saranno portati a termine.

Il via ai lavori

L'insieme dei lavori comincerà lunedì e saranno completati al grezzo per agosto. Poi a dicembre le nuove rotatorie dovrebbero diventare, di fatto, operative. L'investimento complessivo per l'intero progetto sarà di 900mila euro, compreso dei costi per sistemare fognature, acquedotto, energia, telefonia e fibra ottica.

Schermata 2018-06-16 alle 11.46.44-2

Pronte per fine dicembre

Alla fine di agosto le rotatorie saranno completate ma delimitate da barriere jersey: la viabilità sarà quindi riaperta e partiranno le sperimentazioni. Le imprese coinvolte andranno poi a sostituire gradualmente le barriere con le componenti definitive delle rotonde. L'amministrazione ha deciso di concentrare il grosso dei lavori in estate, così da limitare i problemi per il traffico, in un periodo in cui il traffico veicolare è più ridotto. Per portare a termine i lavori per tempo le ditte hanno dato la propria disponibilità a procedere con gli interventi anche la sera e in orario notturno.

"Fluidificare il traffico agli incroci"

"Obiettivo dell'intervento - spiega l'assessore alla Mobilità Renato Boraso - è la fluidificazione del traffico di questi incroci, la diminuzione del numero di incidenti gravi e la riduzione dell'inquinamento acustico e atmosferico. Non ultimo la possibilità, contestualmente ai lavori stradali, di riqualificare i marciapiedi e le aree pedonali circostanti i 4 incroci, e di completare i tratti mancanti di piste ciclabili, garantendo più sicurezza ai cittadini. Si approfitterà dell'occasione di questi lavori, che interesseranno tutto il manto stradale di questi quattro incroci strategici per la rete viaria di terraferma, per metter mano anche a tutti quei sottoservizi che necessitano di interventi di rifacimento e manutenzione".

"Disagi ridotti al minimo"

"Per diminuire il disagio - prosegue Francesca Zaccariotto, assessore ai Lavori pubblici - abbiamo deciso di far partire i lavori nel periodo estivo, e, in particolare, nelle settimane che registrano i valori più bassi di volumi di traffico. Da metà luglio a fine agosto in città si vedranno all'opera ruspe e impiantisti per togliere le 30 paline semaforiche che oggi regolano 3 dei 4 incroci citati e sostituirle con new jersey e segnaletica di cantiere, necessaria a disegnare le nuove rotatorie in forma sperimentale per i primi mesi".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Sciopero generale, Sgb incrocia le braccia per 24 ore nei trasporti

Attualità

Rischia di saltare la prima della scuola media Calvi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento