MestreToday

Ztl in centro, sospensione estesa fino al 31 dicembre 2019

La giunta comunale ha approvato il prolungamento della fase sperimentale delle limitazioni alla circolazione nel centro di Mestre

Foto: Ztl a Mestre, immagine d'archivio

La giunta comunale, riunitasi lunedì a Ca’ Collalto a Mestre, ha approvato, su proposta dell’assessore alla Mobilità e Trasporti, Renato Boraso, l'estensione fino al 31 dicembre 2019 della fase sperimentale di sospensione delle limitazioni all'accesso e alla circolazione nel centro di Mestre.

Le sospensioni

Nello specifico la delibera riguarda la sospensione delle seguenti Ztl e corsie riservate: Ztl A2, limitatamente all'asse via Torre Belfredo – viale Garibaldi e viabilità a nord dello stesso, sospendendo parallelamente la vigilanza con telecamere ai varchi di accesso di via Garibaldi - via Torre Belfredo, e mantenendo quella presente ai varchi di via San Rocco - via Manin - via S. Pio X. Ztl A3: vie Filzi, Sauro, Antonio da Mestre, non vigilata con telecamere. Corsia riservata in via Cappuccina in direzione nord, nel tratto compreso tra via Tasso e via Olivi, sospendendo parallelamente la vigilanza con telecamera al varco di accesso. Corsie riservate in via Colombo in entrambe le direzioni, nel tratto compreso tra viale San Marco e via Bissuola, sospendendo parallelamente la vigilanza con telecamere ai varchi di accesso. Vengono altresì confermati gli attuali divieti di accesso ai veicoli merci nelle strade appena citate e tutte le esistenti limitazioni al transito nelle altre zone a traffico limitato.

Fluidità al traffico

«Aver eliminato i divieti dalle strade interessate dalla delibera ha permesso in questi mesi, oltre a dare un segnale di attenzione a tutti i commercianti, una maggiore fluidità del traffico senza, al tempo stesso, registrare disagi particolari o criticità rilevanti. Anzi, grazie al completamento dei lavori per la realizzazione della nuova via Vallenari e della rotatoria tra via Sansovino e viale Vespucci si è sensibilmente ridotto il traffico in transito nelle vie centrali. Questa operazione è diventata ancora più consistente con l’eliminazione di tre impianti semaforici, ossia quello tra la via Miranese e via Piave, quello a Quattro cantoni e quello tra via Filiasi e via Torre Belfredo, che hanno notevolmente reso gestibile il traffico urbano rendendo di fatto non più necessario il transito nelle aree centrali della città».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Visite ad amici o parenti in casa: le regole per il Veneto da sabato

  • Visite in casa a parenti e amici: le regole per il Veneto a partire da domani

  • Come cambia da domani il Veneto: regole, restrizioni e cosa si può fare

  • Chiude la Coop alla Nave de Vero. Al suo posto potrebbe arrivare Primark

  • Col nuovo Dpcm, dal 16 gennaio il Veneto rimarrà (quasi sicuramente) in area arancione

  • Dpcm, quando serve l'autocertificazione in Veneto: il modello ufficiale da scaricare

Torna su
VeneziaToday è in caricamento