menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Manca il lavoro e matrimonio finito, si suicida buttandosi dalla finestra

La tragedia nelle notte tra giovedì e venerdì in via Querini. Un 38enne si è lasciato cadere dal terzo piano, lasciando alcuni messaggi di scuse

Il lavoro che manca, il matrimonio che finisce. Una crisi da cui non vedeva più uscita. La depressione e il tragico epilogo. Un 38enne residente nel sestiere di Santa Croce ma domiciliato in via Querini a Mestre, nella notte tra giovedì e venerdì si è tolto la vita gettandosi dalla finestra del terzo piano dell'abitazione che condivideva con la madre. Inutile l'intervento del 118 e delle forze dell'ordine.

Per la vittima i traumi causati dalla caduta si sono rivelati fatali. A segnalare il corpo del 38enne a terra un passante, che ha subito allertato la polizia. Intervenuta dopo pochi minuti in via Querini. Alzando lo sguardo, la finestra del palazzo da cui l'uomo si è lasciato cadere. Al terzo piano. La madre, che si trovava in casa, non si sarebbe accorta di nulla. Sarebbe stata informata della tragedia dagli agenti e dai sanitari, i quali non hanno potuto far altro che constatare il decesso.

La vittima avrebbe lasciato dei messaggi ai propri cari, chiedendo scusa per ciò che si apprestava a compiere. Alla ex moglie, alla madre. A chi gli ha voluto bene. Il sopralluogo delle forze dell'ordine non avrebbe riscontrato anomalie, magari sulla presenza di una eventuale terza persona nell'appartamento. Per questo motivo il magistrato di turno ha già fornito il nulla osta per le esequie.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento