menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Mistero sull'uomo "senza identità" che ha bloccato 18 treni: ora si trova in carcere

Martedì ha camminato sui binari del treno sul Ponte della Libertà, bloccando la circolazione dei convogli per circa mezz'ora. Fermato più volte, ha sempre dato generalità fittizie

Rimane ancora il mistero sull'identità dell'uomo che nalla giornata di martedì ha causato il ritardo di ben 18 treni sulla tratta Mestre-Venezia. In spalla uno zaino Rfi (Rete ferroviaria italiana) rubato in stazione a Verona, all'interno il contenuto di un armadio che aveva scassinato nella notte negli uffici di Trenitalia della città scaligera. La refurtiva consiste in cellulari, denaro (presumibilmente l'incasso della giornata precedente) e mazzi di chiavi.

Identità sempre diverse

L'uomo, una volta fermato mentre si trovava a piedi sui binari del treno sul Ponte della Libertà, tra Venezia e Mestre diretto verso la terraferma, è stato condotto negli uffici della polfer per effettuare tutti i controlli di rito. Identificare l'uomo, però, non sembra così semplice. Privo di documenti d'identità e probabilmente mediorientale sulla trentina, è già noto alle forze dell'ordine, alle quali ha sempre fornito delle generalità fittizie. Lo scorso 3 maggio, durante un controllo della polizia di Pavia, lo sconosciuto aveva dichiarato di essere brasiliano e di avere 22 anni, il 15 maggio invece, sorpreso dal personale ferroviario privo di biglietto in prossimità del valico del Brennero, era scappato e fuggito facendo perdere le proprie tracce. Pochi giorni dopo, il 17 maggio, è stato fermato dalla polizia austriaca a bordo di una bici rubata ad un camionista (al quale aveva sottratto anche due cellulari): privo di documenti aveva dichiarato di essere nato in Germania nel 1987.

Indagini in corso

Le forze dell'ordine non sono ancora riuscite a risalire alla vera identità dell'uomo, condotto in carcere a Venezia a seguito della conferma del fermo di polizia. Proseguono nel frattempo le indagini degli investigatori per capire la vera identità del losco figuro.

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Venezia usa la nostra Partner App gratuita !

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Blue Monday: oggi è il giorno più triste dell'anno, ecco perché

Attualità

Chiude la sezione Covid 4 all'ospedale di Jesolo

Ultime di Oggi
  • Attualità

    Chiude la sezione Covid 4 all'ospedale di Jesolo

  • Cronaca

    Morto anche il papà del falconiere, Gianni Busso

  • Incidenti stradali

    Grave incidente tra mezzi pesanti in A4: un morto

  • Cronaca

    Un grande parcheggio scambiatore nell'area X-site a Jesolo

Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Blue Monday: oggi è il giorno più triste dell'anno, ecco perché

  • social

    Il gobbo di Rialto e la storia dell'ultimo bacio dei fustigati

  • Ristrutturare

    Bonus mobili 2021: come funziona e come ottenerlo

Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento