Coda verso Venezia al mattino. Pressione sui mezzi nel corso della giornata

Ultima domenica di maggio a cavallo col ponte del 2 giugno. Non è permesso uscire dalla Regione e la giornata è un po' coperta: niente spiagge, tutti in città. Vaporetti carichi e qualche tensione

Coda al vaporetto al rientro da Pellestrina

Coda di macchine visibile sulla carreggiata del ponte della Libertà in direzione Venezia. È iniziata così l'ultima domenica di maggio, a cavallo con il ponte del 2 giugno stamattina verso le 9. Cielo coperto, non si può ancora uscire dalla regione e non è la giornata ideale per la spiaggia. Il lockdown dell'emergenza piena per ora si allontana dai ricordi. Venezia diventa meta del turismo veloce per la gita fuori porta. Inevitabile la presenza di molte persone a bordo dei mezzi pubblici, meno frequenti di domenica (video di oggi al rientro da Pellestrina).

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I commenti

«Ancora un disastro - tuona Monica Sambo capogruppo Pd, commentando le immagini ricevute da alcuni utenti stamattina - Code lunghissime sul ponte della Libertà, siamo sono all’inizio della stagione e oggi non ci sono tutti gli utenti che nelle prossime settimane si recheranno al Lido. È evidente che nel fine settimana e nelle giornate festive gli ingressi in città aumenteranno. Le corse dei bus nei giorni festivi sono state tagliate e continuano a esserlo anche con i nuovi orari». «Per favorire la ripresa, puntare sul trasporto privato e decimare le corse dei bus nei giorni festivi è davvero un’ottima idea. La coda per Venezia arriva prima dell’inizio del ponte della Libertà - commenta Alessandro Baglioni capogruppo Pd a Favaro -. I ritardi delle corse stanno aumentando».

Venezia è comunque tornata a ripopolarsi come si vede dalle foto nei punti chiave del centro storico:

WhatsApp Image 2020-05-31 at 17.46.08-2

È autorizzata la manifestazione che si è tenuta in piazza Ferretto a Mestre, verso le 11, quando i militanti di un'associazione di cittadini del Bangladesh, Venice Bangla School, ha protestato contro il dpcm del 13 maggio, quello che regolarizza gli stranieri dei settori agricoli e i collaboratori domestici, in cui non sono stati inseriti gli addetti dei comparti edile e commerciale. I cittadini in piazza ritengono questa situazione "discriminatoria". Oltre 100 persone, tutto in ordine, e la polizia di Stato a tenere d'occhio lo svolgimento (foto).

WhatsApp Image 2020-05-31 at 11.48.38-2

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ritrovo di barche anche in Bacino San Marco stamattina: alcune remiere si sono date appuntamento comunque, non potendo dar luogo alla Vogalonga, più una rimpatriata che una protesta, e poi alcuni sono andati verso il Lido e altri verso il ponte della Paglia. Per lo più la manifestazione si è svolta invece forma virtuale. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sorpresi a fare sesso in strada, multa di 20mila euro

  • Centri autorizzati assistenza fiscale (Caaf) e Caf: indirizzi delle sedi a Venezia

  • Picchia il compagno in palestra e lo minaccia di morte con un coltello, denunciata

  • Controlli più restrittivi su chi torna da fuori Europa: la nuova ordinanza regionale

  • Ratti e scarsa igiene: chiuso ristorante etnico di Dolo

  • Schianto tra due auto, morta un'anziana donna

Torna su
VeneziaToday è in caricamento