Multa e fermo per la mancata revisione, ma la scadenza è prorogata al 31 ottobre

Un 57enne ha presentato ricorso per chiedere l'annullamento della sanzione per la mancata revisione, la cui scadenza con il decreto Cura Italia era stata prorogata a fine ottobre

Una multa di circa 350 euro più il fermo amministrativo. E’ questa la “batosta” che E.A., 57enne impiegato di Mira, ha subito lo scorso luglio per la violazione dell’articolo 176 comma 18 del codice della strada. All’uomo è stata contestata la mancata revisione del mezzo che in teoria doveva essere effettuata entro la fine di febbraio 2020. «Ma le norme introdotte a marzo con la diffusione del Covid 19 e con l’istituzione delle zone rosse, hanno previsto per gli automobilisti con revisione in scadenza al 31 luglio 2020 una proroga fino al 31 ottobre», denunciano dall'Adico. Una proroga introdotta a marzo con il decreto Cura Italia e che ha valore retroattivo, ovvero coinvolge anche i veicoli con revisione già scaduta prima dell’entrata in vigore del decreto. E.A. ha dunque deciso di rivolgersi all’Adico e di presentare, tramite l’associazione, un ricorso al giudice di pace per l’annullamento delle sanzioni ricevute.

La disavventura del 57 enne mirese ha cominciato a concretizzarsi ancora a marzo quando è stato pizzicato a Marghera dalla polizia stradale di Venezia senza libretto di circolazione. La multa ha in seguito determinato un’ulteriore verifica, a luglio, dalla quale è emersa la mancata revisione della macchina, in scadenza a fine febbraio. Da qui, la sanzione e il fermo amministrativo. In questo periodo, in attesa del pronunciamento da parte del giudice di pace, l’uomo potrà comunque circolare.

«Ci attendiamo una risposta positiva da parte del giudice e il ritiro immediato dei provvedimenti – dice Carlo Garofolini, presidente dell’associazione dei consumatori -. Questa vicenda dimostra che i cittadini non devono mai rassegnarsi di fronte a situazioni che ritengono ingiuste anche se decise dalle autorità o dalle istituzioni. Non solo. Ricordiamoci che le misure adottate per il lockdown hanno determinato nuove disposizioni su molti settori».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuova ordinanza in Veneto: novità per le attività commerciali e limitazioni in vigore

  • Venezia fa il pieno di stelle Michelin, 8 i ristoranti premiati

  • Perché conviene stendere il bucato all'aperto anche in inverno

  • Domani nuova ordinanza in Veneto, Zaia: «Misure per garantire la salute pubblica»

  • Incidente in auto nel pomeriggio: morto un 19enne di Mira, grave un suo coetaneo

  • Addio ad Andrea Michielan, morto a 21 anni

Torna su
VeneziaToday è in caricamento