rotate-mobile
Mercoledì, 10 Agosto 2022
Attualità

Portalettere sempre più digitali: nuovo palmare a Mestre e San Donà

I dispositivi permettono di eseguire una serie di operazioni in modo più sicuro e veloce

Consegne più efficienti grazie ai nuovi palmari in dotazione ai portalettere: si tratta di dispositivi in grado di gestire corrispondenza e pacchi in contrassegno e di accettare pagamenti cashless tramite la funzionalità "paga con codice" di PostePay; nei prossimi mesi, inoltre, sarà disponibile il pagamento SoftPOS, in modalità contactless.

È possibile anche gestire ricariche telefoniche e PostePay, esclusivamente tramite pagamenti elettronici, in modo più sicuro e veloce. Il palmare in dotazione ai portalettere dei Centri di recapito di Mestre e San Donà, infatti, oltre a rendere più rapide le operazioni come la consegna tracciata di corrispondenza, pacchi e raccomandate, assicurate e atti giudiziari, anche grazie all’utilizzo della firma elettronica del destinatario direttamente sul palmare, permette di gestire in modo efficace operazioni a valore aggiunto come il pagamento dei contrassegni, il recapito su appuntamento e il ritiro a domicilio della posta registrata. Poste Italiane entro il 2024 prevede di attivare oltre 30mila terminali di ultima generazione in dotazione ai portalettere in tutta Italia.

È soprattutto la crescita dell'e-commerce a spingere l’azienda, guidata da Matteo Del Fante, a rivedere in chiave digitale il suo storico servizio di consegna, rimarcando la propria vicinanza ai territori e alle comunità locali. «Sosteniamo il processo di digitalizzazione del Paese - spiegano da Poste - ribadendo la vicinanza ai cittadini e offrendo loro una serie di prodotti e servizi innovativi direttamente a domicilio grazie ai portalettere e ai loro palmari».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Portalettere sempre più digitali: nuovo palmare a Mestre e San Donà

VeneziaToday è in caricamento