Fondi in più per potenziare l'organico nelle scuole dell'infanzia veneziane

Romor: «Interveniamo sul personale per poter aprire in sicurezza il 14 settembre»

La giunta veneziana ha approvato una delibera che riguarda il personale educatore e docente dei nidi e scuole dell'infanzia comunale. In sostanza vengono stanziati 270mila euro in più per rinforzare l'organico e far fronte alle difficoltà legate all'avvio dell'anno scolastico nel rispetto delle norme anti Covid. «Mettiamo in campo tutte le energie e le competenze possibili - ha spiegato l'assessore Paolo Romor - per arrivare al 14 settembre in piena sicurezza e nel rispetto di tutte le linee guida regionali e statali».

Le linee guida nazionali, infatti, presuppongono un incremento dell’organico sia per poter rispondere alla tracciabilità e stabilità dei vari nuclei educativi, sia per poter far fronte ai casi di fragilità dei lavoratori con determinate patologie che li esporrebbero ad un elevato rischio lavorativo. Il potenziamento dovrebbe assicurare anche le eventuali sostituzioni necessarie.

L'investimento, fa notare Romor, si aggiunge «ad altre risorse (350mila euro) già impiegate per la manutenzione delle strutture e dei giardini e, come stabilito dai protocolli, per eseguire tutti quei lavori funzionali a rendere gli spazi e le aule idonee ad accogliere i nostri ragazzi nel rispetto delle normative anti-Covid. Interventi che, grazie al lavoro svolto per risanare il bilancio fatto in questi anni dal sindaco Luigi Brugnaro, ora siamo stati in grado di affrontare».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuova ordinanza in Veneto: novità per le attività commerciali e limitazioni in vigore

  • Il Veneto resta giallo? Zaia: «Dipendiamo da Rt, ma non abbiamo demeriti per cambiare zona»

  • Natale con congiunti ma senza abbracci: le regole per cenone e veglione di Capodanno

  • Domani si decide sul colore del Veneto, Zaia: «Pressione su ospedali, ma tutto sotto controllo»

  • Domani nuova ordinanza in Veneto, Zaia: «Misure per garantire la salute pubblica»

  • Coronavirus, il prossimo mese il Veneto potrebbe essere area a rischio elevato

Torna su
VeneziaToday è in caricamento