rotate-mobile
Martedì, 28 Giugno 2022
Attualità

La storia di un uomo scuoiato vivo e della sua pelle conservata in una chiesa di Venezia

La macabra vicenda di Marcantonio Bragadin, il patrizio veneziano ucciso e torturato dai turchi nel 1571

A Venezia è conservata la pelle di un eroe del XVI secolo, si tratta di un veneziano che, per difendere la sua patria, è stato vittima di un triste destino che lo ha visto scuoiato vivo da parte dei turchi. La sua pelle, tolta con violenza dal suo corpo, si trova oggi all'interno di una delle chiese cittadine più belle e imponenti, custodita all'interno di un'urna posta su un'altare. Il suo nome era Marcantonio Bragadin e ciò che resta di lui si trova nella Basilica dei Santi Giovanni e Paolo nel sestiere di Castello. 

Figlio di Marco e Adriana Bembo, Marcantonio nasce come avvocato per poi spostarsi in politica e diventare militare e governatore delle galee veneziane. Nel 1569 diventa governatore di Cirpo dove si trasferisce nella città di Famagosta. Nonostante il suo tentativo di innalzare fortificazioni in difesa dagli attacchi nemini, Cipro viene invasa dalla flotta di Selim II, il sultano turco che il 3 luglio del 1570 entrò a Famagosta assediandola dopo aver conquistato Nicosia e aver recapitato a Bragadin la testa tagliata del comandante della città Niccolò Dandolo. Per un anno la flotta veneziana tenne duro resistendo agli attacchi dei turchi, pur essendo inferiore di numeri rispetto a quella turca, ma alla fine dovette cedere alla supeiorità dei nemici e nel luglio 1571 Bragadin venne catturato e scuoiato vivo dai turchi.

La sua pelle venne tenuta come trofeo, ricucita, riempita di paglia e issata sulla nave del comandante turco Lala Mustafa Pasha per essere portata a Costantinopoli. La pelle di Bragadin arrivò a Venezia dopo essere stata rubata da uno schiavo veneziano, Gerolamo Polidori nel 1580. 

Oggi si trova all'interno di un'urna che è stata aperta l'ultima volta nel 1961 da alcuni specialisti e si prevede che passerà ancora molto tempo prima che possa essere di nuovo osservata a occhio nudo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La storia di un uomo scuoiato vivo e della sua pelle conservata in una chiesa di Venezia

VeneziaToday è in caricamento