menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Un weekend sul sofà con Aristofane, Bernhard, Goldoni e Steve Jobs

Gli appuntamenti digitali del fine settimana del Teatro Stabile del Veneto, Bolzano, Friuli Venezia Giulia e Slovenia

Tanti nuovi appuntamenti per il quinto weekend di Una stagione sul sofà che coinvolge i Tratri Stabile del Veneto, di Bolzano, del Friuli Venezia Giulia e il Teatro Sloveno portando in streaming emozioni e ispirazione direttamente nelle case dei telespettatori. Questo fine settimana, i protagonisti del palinsesto del teatro digitale saranno Aristofane, Thomas Bernhard, Carlo Goldoni e Steve Jobs.

Venerdì 24 aprile

Si inizia venerdì alle 20.00 con I Cavalieri, la commedia di Aristofane prodotta dal Teatro Stabile di Bolzano e diretta da Roberto Cavosi. Si tratta di una spietata, grottesca ma nello stesso tempo acuta riflessione sulla demagogia e sul modo in cui si forma il consenso politico, la commedia intesse una feroce critica alla situazione politica della democrazia ateniese. A interpretare lo spettacolo troviamo Antonello Fassari, Fulvio Falzarano, Giancarlo Ratti, Andrea Castelli, Emanuele Dell’Aquila, Michele Nani, Mario Sala, Loris Fabiani e Sara Ridolfi. Le scene sono di Andrea Bernard, i costumi di Elena Beccaro e le luci di Massimo Polo. Le musiche sono curate ed eseguite dal vivo da Emanuele Dell’Aquila.

Sabato 25 aprile

Sabato 25 aprile alle 20.00 è il turno del Teatro Stabile del Veneto con una delle più riuscite opere di Carlo Goldoni, La casa nova, diretta da Giuseppe Emiliani e interpretata dagli attori della Compagnia Giovani dello Stabile. Intorno alle dinamiche di un banale trasloco l’autore innesca una macchina teatrale perfetta che mette in luce le smanie di arrivismo e l’orgoglio fatuo di una classe borghese schiava della cultura dell’apparire, smaniosa di ostentare finte ricchezze, in preda a un’ossessiva febbre di possesso e ormai dominata da un’effimera follia. 

Domenica 26 aprile

Domenica 26, alle 18.00, il Teatro Stabile Sloveno propone "L’apparenza inganna" (1983) del drammaturgo austriaco Thomas Bernhard, un testo raffinato e tragicomico sul passare del tempo. Il pluripremiato regista sloveno Dušan Mlakar fa rivivere al Teatro Stabile Sloveno una poetica che pone al centro dello spettacolo l’attore e il suo potenziale espressivo. La vicenda si svolge in un appartamento viennese dove i fratelli Karl e Robert si incontrano ogni martedì e giovedì in occasione di visite diventate ormai rituali. Apparentemente i due pensionati trovano insopportabili questi incontri e lo dimostrano con una buona dose di sarcasmo, ma in realtà non potrebbero fare a meno l’uno dell’altro. Lo spettacolo, interpretato da due attori sloveni di grande esperienza e sensibilità, Ivo Ban e Vladimir Jurc, verrà sottotitolato in italiano.
 
Dopo questo spettacolo, a chiudere il weekend alle ore 20.00 arriva il Teatro Stabile del Friuli Venezia con "Il tormento e l’estasi di Steve Jobs" del drammaturgo Enrico Luttmann e con Fulvio Falzarano come protagonista e, Giampiero Solari come sceneggiatore. Lo spettacolo mette al centro della scena una delle icone della tecnologia del nostro tempo.
 
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Assegno unico figli 250 euro al mese: come ottenerlo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento