Portogruarese in ginocchio. Sospeso oltre l'80% delle imprese artigiane, danni per 2 milioni al giorno

A risentirne di più, è il settore dell’edilizia ormai vicino alla completa chiusura con percentuali che vanno oltre il 95%

L’emergenza Covid-19 ha imposto la chiusura a molte attività produttive. Prima del 25 febbraio, in Veneto, secondo i dati di Unioncamere Veneto, il 60% delle imprese era già stata interessata da una riduzione della produzione: le maggiori incidenze si registravano nei
settori moda (75%) e carta e stampa (71,5%). Nel comparto metalmeccanico, invece, 1 impresa su 2 evidenziava un calo della produzione. Il dato che allarmava di più, tuttavia, era che il 27% delle imprese aveva dovuto sospendere la produzione. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Situazione grave

Ad oggi, la situazione in Regione appare grave. Su oltre 430 mila imprese presenti sul territorio [125.362 artigiane (29,1%) e 304.904 non artigiane (70,9%)], il 56,4% è stato sospeso. Nello specifico, le aziende artigiane sospese sono il 64,2%, mentre quelle non artigiane sono il 53,2%. In termini di addetti, invece, i dipendenti che non stanno lavorando nell’ambito dell’artigianato sono il 62,3%, mentre nelle imprese non artigiane sono il 51,8%. Per quanto concerne il mandamento di Portogruaro, le criticità sull’andamento del comparto economico dell’artigianato sono più preoccupanti. Dai dati in possesso di Confartigianato Imprese Veneto Orientale e relative alle imprese associate, a fronte di una chiusura complessiva delle imprese in regione del 64,2% (con il 62,3% degli addetti), il Portogruarese registra un’impennata delle sospensioni. Le aziende artigiane, coperte dal Fondo di Solidarietà Bilaterale Artigianato (FSBA) hanno una percentuale di chiusura del 83,94% e di sospensione degli addetti al 82,08%. A risentirne di più, è il settore dell’edilizia ormai vicino alla completa chiusura con percentuali che vanno oltre il 95%. A livello numerico, in sostanza, nel portogruarese delle circa 2.400 aziende artigiane attive (di cui 800 appartengono al settore edile ovvero il 1/3 del totale delle imprese), oltre 2.100 si trovano nella condizione di sospendere la propria attività. Con una mancata produzione che si può stimare, per le sole imprese artigianali, in 2 milioni di euro al giorno.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Una soluzione "chiavi in mano" per ricostruire casa con il superbonus 110%

  • La storia del macellaio assassino che ha dato il nome alla Riva de Biasio

  • Crescono i casi di coronavirus, i numeri di Veneto e provincia di Venezia

  • Coppia di turisti aggredita e picchiata da una baby gang a Campo Santa Margherita

  • Vishing, la truffa che "svuota" il conto corrente: tre denunce

  • Un festival del cicchetto a Mestre: «Tradizione gastronomica, offerta turistica di qualità»

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VeneziaToday è in caricamento