Lunedì, 2 Agosto 2021
Economia

Gli artigiani di Venezia: «Questo G20 è un'opportunità»

De Checchi: «L'attenzione che genera questo evento serve a far cambiare direzione verso un turismo di qualità e non quantità»

«Il prezzo di un’epoca di turismo solo quantità lo stiamo ancora pesantemente pagando. Questo G20 è invece un'opportunità per scardinare quella sciagurata logica per il tipo di attenzione che genera questo evento all’estabilishment mondiale a cui si rivolge». A dirlo è Gianni De Checchi, segretario della Confartigianato Venezia San Lio, che da anni si batte per la qualità e non quantità di turisti che ogni anno invadono (o meglio invadevano) Venezia.

Il turismo di massa per l'associazione è una formula sbagliata per la nostra fragile città storica. «Un modello che ha contribuito a dismisura al crollo della qualità commerciale e di vita. Venezia ha bisogno di molti interventi strutturali per controllare questo tipo di turismo deleterio per la città - continua De Checchi -. Interventi di natura strategica non facilissimi ma noti, possibili e necessari. Bisogna agire proponendo un turismo di alto profilo culturale, fatto di visitatori e di ospiti che vengono qui per eventi culturali e congressi qualificati».

In pratica, afferma De Checchi, il visitatore escursionista che sta a Venezia un giorno non lascia nulla alla città, «che è come un immenso borgo medievale: sono necessari più giorni di permanenza per scoprirla, viverla un minimo e magari scoprire tutti i sestieri fino alla Giudecca. Serve - ribadisce - un turismo maturo e responsabile, che rispetti il luogo in cui si trova e sappia cosa c’è da scoprire, che insieme alle potenzialità di spesa porti anche uno scambio di cultura e di esperienze. Come ha detto l'Unesco qualche anno fa, l'attrattiva di Venezia è data dal connubio di tipicità, autenticità e particolarità dei modi di vita unici che ci sono, e questo è il nostro prodotto vero, unico e inimitabile nel mondo». Avere un turismo più qualificato e di maggiore sensibilità secondo gli artigiani conviene a tutti, ma soprattutto a Venezia, alla sua storia, ai cittadini.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gli artigiani di Venezia: «Questo G20 è un'opportunità»

VeneziaToday è in caricamento