menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Dal 26 al 28 settembre "Festambiente Venezia"

Alla manifestazione in programma all'Isola della Certosa dibattiti, concerti, spettacoli, presentazione di libri e documentari, laboratori e prodotti di artigiani locali e non

È un week-end all’insegna della sostenibilità quello che l’Isola della Certosa ospiterà il 26, 27 e 28 settembre. Salvaguardia e valorizzazione del territorio, recupero e riqualificazione di aree in disuso da restituire alla popolazione mediante la creazione di nuovi spazi aggregativi e di socialità. Queste le tematiche prioritarie del progetto “Festambiente Venezia”.

“Uno dei nostri obiettivi principali è quello di rilanciare e far conoscere alla cittadinanza il Parco della Certosa, coinvolgendolo maggiormente nel percorso di recupero di questo spazio unico e prezioso – spiega Luigi Lazzaro, Presidente di Legambiente Veneto -. Percorso sul quale abbiamo incontrato la collaborazione di numerose realtà locali, prime fra tutte il Polo Nautico Vento di Venezia e la Municipalità di Venezia-Murano-Burano, che hanno creduto insieme a noi nella realizzazione del festival”.
 
Ma Festambiente Venezia non è la prima attività che Legambiente svolge sull’Isola della Certosa: da 10 anni, infatti, l'associazione organizza attività di tutela ambientale (dai campi di volontariato per la pulizia, recupero e manutenzione di isole e barene alle principali campagne nazionali di Legambiente come Puliamo il Mondo e Spiagge Pulite) con l'obiettivo di fare dell'area lagunare, ed in particolare dell'isola della Certosa un “home port” di cittadinanza attiva, partecipazione e volontariato.

Di questo e di molto altro si discuterà a Festambiente Venezia che prevede un ricco programma di eventi. Ogni giorno si potrà assistere a dibattiti, concerti, spettacoli, presentazione di libri e documentari, incontri, laboratori per adulti e bambini, workshops,  passeggiando tra l'esposizione di prodotti di autoproduzione di artigiani locali e non, per la promozione dei prodotti di ingegno manuale e riuso creativo. Nelle tre giornate del festival sarà anche possibile visitare il catamarano ad energia solare MS Turanor Planet Solar, testimonial dell'impiego di tecnologie green ed ecosostenibili nel mondo, arrivato in Certosa il 4 settembre, che rimarrà ormeggiato presso il Polo Nautico fino alla primavera del 2015. Ogni giorno di Festival sarà caratterizzato da un tema specifico per coinvolgere il pubblico in discussioni e condivisione su argomenti di carattere ambientale, ludico e sociale.

IL PROGRAMMA
 
- Venerdì 26, dopo il brindisi inaugurale, l’attenzione sarà rivolta a “Futuro e Rinnovabili: energie pulite, risparmio, efficienza energetica, responsabilità sociale delle Amministrazioni e dei cittadini” con la partecipazione di Luigi Lazzaro, Alberto Sonino, Edoardo Zanchini, Vice Presidente di Legambiente Onlus, Gianni Girotto, senatore e membro della X Commissione Industria, Commercio, Turismo Energia e Luca Zingale, direttore scientifico Solarexpo. Successivamente esponenti politici locali e associazioni ambientaliste ragioneranno sul futuro della città tra grandi navi, Parco della Laguna, bonifiche ambientali e pressione turistica. Seguirà il concerto rock di The Whirlings e di Dressed to Drink.
 
- Sabato 27 sarà la giornata di Festambiente Venezia Buskers Festival con la partecipazione di numerosi artisti di strada, circensi e musicisti. Da segnalare la presentazione del libro “Haiti in pezzi” con la partecipazione di Don Albino Bizzotto dei Beati Costruttori di Pace e la proiezione di “Riprendere la terra, riprenderci il futuro” con la partecipazione dei registi Jacopo Baretton e Maria Fiano e l’intervento di Beppe Croce che porterà esempi di “banca della terra”. La sera, grande evento musicale con Sir Oliver Skady & I Fatti Quotidiani VS Marco Furio Forieri e Ska-J: i due ex frontman dei Pitura Freska si incontrano di nuovo a Festambiente.
 
- Domenica 28 sarà dedicata ai temi della legalità ambientale e non solo: “Fermare la corruzione, costruire comunità” sarà il titolo della giornata della legalità, realizzata in collaborazione con Libera Veneto, che vedrà la partecipazione di numerose personalità tra cui Rocco Sciarrone, Università di Torino – sociologo e curatore del volume “Mafie al Nord, strategie criminali e contesti locali”, Gianfranco Bettin, sociologo e scrittore, Gianni Belloni, coautore del capitolo veneto del libro citato, Roberto Tommasi, coordinatore Libera Veneto. E ancora, esponenti di Unioncamere Veneto, Alberto Vannucci, Università di Pisa, Giorgio Barbieri e Francesco Giavazzi, giornalisti, Matteo Ceruti, avvocato Centro di Azione Giuridica di Legambiente Veneto, Davide Pati, ufficio di presidenza di Libera, Rossella Muroni, direttrice generale di Legambiente Onlus.
 
A ciò si aggiungeranno laboratori didattici per bambini e adulti, giochi nella Città dei Bimbi, dibattiti nell’area EcoBar e, domenica 28, l’appuntamento con Puliamo il Mondo, la più grande giornata di volontariato ambientale del mondo, nell’ambito della quale si effettueranno operazioni di pulizia della barena prospiciente l’isola, in collaborazione con Hilton Hotel – Mulino Stucky.
 

Festambiente si svolge nell'ambito del Festival Isole in rete, iniziativa ormai consolidata nel calendario veneziano che si svolge nel weekend del 27 e 28 settembre e che mette in connessione le isole della Laguna di Venezia con laboratori, attività e visite guidate, facilitandone il raggiungimento e rendendo l'acqua un elemento di collegamento tra le isole stesse.
Per tutta la durata di Festambiente Venezia RESET RADIO, la prima wed-radio interamente di musica Creative Commons in free-download, media partner dell’evento, seguirà  e trasmetterà convegni, dibattiti e concerti.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Estate 2021, Ryanair annuncia 65 nuove rotte dal Veneto

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento