rotate-mobile
Politica

Nuovo piano per pulire i sottopassi Presentato l'accordo con Veritas

L'assessore all'Ambiente del Comune di Venezia, Gianfranco Bettin, garantisce un miglioramento del decoro urbano. Pronta la mappatura

Nuovo piano per mantenere decoro e pulizia nei sottopassi della città. A renderlo noto è l’assessore all’Ambiente del Comune di Venezia, Gianfranco Bettin: ““I sottopassi pedonali e ciclo pedonali sono, da sempre, snodi critici della città. Punti cruciali di collegamento, tuttavia non sempre sono rispettati da chi li frequenta e non sempre sono stati finora abbastanza tutelati dal punto di vista della pulizia e del decoro – spiega Bettin -. . Per questo, insieme con Veritas, ne abbiamo ripensato e potenziato il sistema di pulizia e manutenzione”.

L’assessore snocciola poi i dettagli del nuovo piano: un sottopasso molto frequentato come quello tra via Rizzardi a Marghera e via Cappuccina a Mestre passa da una pulizia garantita 3 volte a 5 volte la settimana, lo stesso accadrà per quello tra Santa Maria dei Battuti e il Cimitero di Mestre. Il sottopasso di via Giustizia, prima pulito saltuariamente, sarà pulito 3 volte alla settimana. I sottopassi di via Terraglio - angolo Torre Belfredo, via Castellana - Quattro Cantoni, via Gazzera Alta, via della Fonte passano da una volta ogni 15 giorni a due volte alla settimana. Bettin assicura poi che almeno una volta alla settimana saranno puliti i sottopassi di via Ca’Solaro, via Vallon, via Gatta, via Scaramazza, via Parolai, via Paccagnella, via Santa Chiara – del Gazzato, via Castellana - angolo via Hayez, via Macello ad Asseggiano, il sovrappasso via Orlanda, il sovrappasso via Terraglio, via Terraglio sottopasso in direzione Auchan, prima puliti saltuariamente come quelli di via delle Garzette, via Cecco Angiolieri, via Oriago.
 
Insomma, la mappatura è pronta e presto io residenti potranno tirare le prime somme. “La rimodulazione, che consentirà maggior decoro e pulizia in punti molto delicati per la viabilità e per la vivibilità cittadina -  aggiunge Bettin - “è stata possibile dalla rivisitazione della spesa nell’ambito del contratto di servizio tra Assessorato all’Ambiente e Veritas, pur mantenendo invariato il costo globale. E’ un ottimo esempio di virtuosa razionalizzazione e ricalibratura delle priorità in funzione di una sempre maggiore qualità e sicurezza urbana”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuovo piano per pulire i sottopassi Presentato l'accordo con Veritas

VeneziaToday è in caricamento