Politica

Alessandro Di Battista a Mira: "Importante la partecipazione dei cittadini"

Il deputato del MoVimento 5 Stelle si è presentato per sostenere la candidata sindaco Elisa Benato per le prossime amministrative comunali

Piazza di Mira piena per Alessandro Di Battista, deputato del MoVimento 5 Stelle venuto a sostenere la candidata sindaco Elisa Benato per le prossime amministrative comunali.

APERTURA LAVORI. Il primo intervento è stato quello del sindaco Alvise Maniero che ha ricordato l’importanza di aver realizzato strumenti come il bilancio partecipativo, coinvolgendo i cittadini che prima, sfiduciati, mai si erano sentiti in dovere di essere i protagonisti delle decisioni da prendere per il bene della propria città. Subito dopo è intervenuta la candidata sindaco Benato: “Votate per voi perché noi siamo solo i vostri portavoce. Ho accettato di candidarmi come sindaco in quanto lavorando e vivendo dentro la scuola ho imparato a conoscere le problematiche e i bisogni dei cittadini. La scuola è un laboratorio dove si impara a valorizzare le diversità e accettare le disuguaglianze. Questa amministrazione ha sempre difeso il nostro territorio e ci faremo portavoce ancora una volta presso gli enti superiori per difendere la nostra gronda lagunare”.

DI BATTISTA. Ha poi preso la parola Di Battista: “È importante la partecipazione dei cittadini ed è per questo che chiediamo a tutti di darci una mano per rendere il Paese migliore. È un diritto e anche un dovere partecipare alla vita politica. Oggi il PD è concentrato sulle primarie e le loro bizze interne anziché pensare a ciò che chiedono i cittadini, ovvero di andare a votare con una Legge Elettorale che ce lo permetta”. Arriva poi la critica al voto di scambio: “In Italia si ragiona per partito preso e per voti di scambio, vero cancro del sistema che porta a votare per il parente o amico che si presenta in lista con uno di quei partiti cha ha distrutto questo Stato. Bisogna avere il coraggio di dire basta”. Di Battista ha ricordato poi i tagli agli stipendi e i loro obiettivi primari nel caso in cui andassero al Governo: “Abbiamo messo da parte più di 20 milioni di euro che sono poi stati investiti nella piccola e media impresa. Stiamo creando posti di lavoro con gli stipendi che per Legge ci spetterebbero. Quando saremo al Governo faremo un Decreto unico che prevede l’eliminazione del finanziamento pubblico diretto e indiretto, il dimezzamento degli stipendi dei parlamentari e l’eliminazione dei vitalizi in maniera retroattiva. Perché non ce lasciano fare?  perché siamo gli unici che non li prendiamo”.

CORRUZIONE. Una battuta poi sulla corruzione: “I soldi ci sono, lo dimostrano le risorse che sono state sprecate per salvare le banche, Mose, Tav, Expo, che poi scompaiono quando bisogna sconfiggere la povertà con il reddito di cittadinanza e aiutare i tantissimi cittadini che vivono sotto la soglia di povertà”. A dar forza alla candidata sono poi intervenuti i Deputati Emanuele Cozzolino, Arianna Spessotto  ed il Sindaco di Vigonovo Andrea Danieletto

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Alessandro Di Battista a Mira: "Importante la partecipazione dei cittadini"

VeneziaToday è in caricamento