menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Pellestrina, assessore Zaccariotto: "Non abbandoneremo quest'isola"

Sopralluogo dell'esponente della Giunta Brugnaro mercoledì mattina sull'isola lagunare con il consigliere delegato Alessandro Scarpa Marta

L’assessore comunale ai Lavori pubblici, Francesca Zaccariotto, assieme al consigliere Alessandro Scarpa Marta, delegato del sindaco Luigi Brugnaro ai rapporti con le isole, si è recata mercoledì mattina sull'isola di Pellestrina per verificare lo stato di alcuni cantieri, in particolare quelli della pista ciclabile che collega San Pietro in Volta con il centro urbano di Pellestrina.

Il sopralluogo si è svolto anche alla presenza del presidente della Municipalità di Lido Pellestrina, Danny Carella, per garantire un confronto e coordinamento tra uffici e competenze amministrative. Il sopralluogo si è sviluppato a partire dal pontile di attracco in corrispondenza con gli uffici del Comune di Venezia, pontile da riqualificare e da rendere accessibile alle persone con disabilità la cui fruibilità è bloccata dalla presenza di un muretto di conterminazione del lungo laguna dell’isola stessa. Il consigliere Scarpa ha poi descritto il sistema di attracchi all’isola di Pellestrina che va manutenuto e potenziato, sia per l’accesso dei mezzi di servizio, sia per l’accesso dei visitatori e turisti occasionali.

L’assessore ha potuto visionare poi la situazione manutentiva dei murazzi in relazione alla pulizia e allo sfalcio dell’erba, la spiaggia e i passaggi di accesso alla stessa, resi impraticabili dalla presenza di dune di sabbia molto alte. Il gruppo, accompagnato anche dal dirigente della Direzione comunale Lavori pubblici, Roberto Benvenuti, ha proseguito verso la pista ciclabile, percorrendo il lungo tratto non ancora completato.

L’assessore Zaccariotto ha dichiarato: “Tante le problematiche che si sono accumulate negli anni sull’isola, rendendo complicata e disagiata la quotidianità degli abitanti e dei visitatori che, sempre più numerosi, si recano per motivi di svago e di turismo a Pellestrina. Occorre, tenendo ben presenti i vincoli di bilancio e una riduzione delle risorse a disposizione per manutenzioni ordinarie e straordinarie, affrontare i problemi con risolutezza e  progressivamente avviare la improcrastinabile soluzione. Insieme al sindaco vedremo di prendere i contatti con soggetti istituzionali quali Actv e Provveditorato Interregionale alle Opere Pubbliche, già Magistrato alle Acque, per trovare i finanziamenti necessari alla realizzazione della pista ciclabile tra i centri abitati di Porto Secco e Pellestrina. Percorso che consentirebbe la deviazione dal traffico automobilistico delle biciclette e dei pedoni in modo che non si ripetano mai più incidenti gravi come quello che ha coinvolto il piccolo Brahim Nesib, mentre era in bicicletta con la sua mamma. Ho notato anche che in molti ambiti del territorio lo sfalcio dell’erba è pressoché inesistente, comprese aree stradali ove la vegetazione copre cartelli e segnaletiche. Quella attorno al cimitero di San Pietro in Volta è particolarmente trascurata, il parcheggio per le auto è invaso da erbe e da un grosso container, posizionato giusto nel centro dell’area per la manovra delle automobili. Ho avuto modo anche di visionare lo stato di abbandono e incuria della parte superiore dei murazzi, pressoché invasa da vegetazione spontanea e di poco pregio che la rende non fruibile alla cittadinanza e ai visitatori. Sarà necessario anche dare avvio operativo al piano degli arenili consentendo l’investimento in piccole attività economiche legate all’uso della spiaggia, di questo meraviglioso litorale veneziano”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

L'agriturismo di Jesolo in cui sono allevati 200 struzzi

Attualità

L'assist del comandante: «Sì alle uscite nel rispetto delle regole»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Perché San Valentino è la festa degli innamorati?

Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento