Politica

"Brugnaro? Una bocciatura su tutta la linea. E sulle Grandi Navi abbiamo ragione noi"

Il gruppo consiliare del Partito Democratico traccia un bilancio dei primi 15 mesi di amministrazione "fucsia". Il capogruppo Ferrazzi: "Ha inondato la città di parole, fatti zero"

"Il bilancio non può che essere negativo. Sulle cento promesse di Brugnaro in campagna elettorale ne è stata realizzata solo una, che peraltro ci vede contrari". Bocciatura su tutti i fronti dal parte dei consiglieri del Partito Democratico di Venezia nei confronti dei primi 15 mesi di "governo" del nuovo sindaco, dopo la parentesi commissariale di Vittorio Zappalorto e lo note vicende dello scandalo Mose. L'opposizione punta il dito sul presunto immobilismo della maggioranza "fucsia", di fronte ai grossi problemi che attanagliano la città.

"Questo è un sindaco che ha grande capacità di immagine e di comunicazione - ha dichiarato a margine il consigliere Pd, Andrea Ferrazzi - ha inondato la città di parole, ma di fatti non ne vediamo neanche l'ombra". Secondo il gruppo d'opposizione, poi, dove si è scelto si sarebbe pure sbagliato, arrecando danno ai cittadini: "Nel giro di una mattina il progetto di riqualificcazione della zona della stazione di Mestre è stato abbandonato - continua Ferrazzi - c'erano milioni di euro di investimenti privati pronti a essere messi sul piatto. Ma l'elenco di errori è lungo. Per esempio un altro progetto che non sta trovando conclusione è l'aeroterminal a Tessera, con protocolli già chiusi".

Il Partito Democratico ha bocciature anche per le politiche in centro storico: "Il moto ondoso è fuori controllo, come il traffico acqueo - conclude Ferrazzi - il regolamento edilizio è fermo al palo da mesi in attesa di essere portato in Consiglio comunale. E' ancora aperta la questione dell'Arsenale. C'è un grande accentramento delle decisioni nel sindaco, ma così non funziona. Manca il dialogo con noi dell'opposizione e con la società civile. Ca' Farsetti ora è un palazzo molto arroccato su se stesso. Sulle grandi navi, infine, noi ci vediamo d'accordo con gli esponenti del governo che puntano sul progetto di Porto Marghera, con impatto ambientale zero e riqulificazione di zone già fortemente inquinate. Il progetto delle Tresse, invece, sta facendo vedere tutti i suoi limiti, con lo scavo del canale Vittorio Emanuele". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Brugnaro? Una bocciatura su tutta la linea. E sulle Grandi Navi abbiamo ragione noi"

VeneziaToday è in caricamento