menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Brugnaro punta sulle infrastrutture, asse con Marchi e Costa: "La città vuole lo stadio"

Stazioni, porto e aeroporto al centro del documento del sindaco per il piano degli interventi presentato a Ca' Farsetti. A Marghera il primo cittadino vede uno sviluppo verticale

Di sicuro il sindaco pensa in grande: tra stazioni, porto crocieristico e commerciale, aeroporti e strutture sportive, la sua idea di Venezia e Mestre è quella di una metropoli in grado di competere con le altre importanti città europee. È quando emerge nel corso della presentazione del suo documento del sindaco per il piano degli interventi, avvenuta mercoledì pomeriggio a Ca' Farsetti.

Un documento a tutto tondo, che parla anche della riqualificazione di Porto Marghera, dell'alta velocità, di residenzialità, di turismo e università. Ma è chiaro che alcuni punti stanno particolarmente a cuore al primo cittadino, che d'altra parte sui temi delle infrastrutture e dei trasporti si è sempre schierato apertamente: dalla parte di Paolo Costa, che in qualità di presidente dell'autorità portuale chiede investimenti nei settori della crocieristica e del traffico commerciale; e da quella di Enrico Marchi, presidente di Save, la società che gestisce l'aeroporto Marco Polo: nell'area di Tessera ci sono in ballo nuovi snodi ferroviari e l'alta velocità, ma anche (da anni, ormai) lo stadio di calcio.

È proprio su quest'ultimo elemento che insiste il sindaco: "Esiste la necessità urgente di realizzare nuovi impianti sportivi e per l'entertainment, con strutture innovative e tecnologicamente avanzate", dichiara, allineandosi con quanto detto nei giorni scorsi anche dal presidente del Venezia Fc, Joe Tacopina. Per entrambi (e per molti cittadini) è un progetto che non si può più rinviare, anche questo tra le priorità per rendere l'area metropolitana di Venezia maggiormente competitiva su più livelli. Pure sullo sviluppo di Porto Marghera, comunque, Brugnaro pare avere le idee chiare: "Le parole chiave - specifica - sono città verticale, mix funzionale, waterfront, sostenibilità, connessioni".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

L'assist del comandante: «Sì alle uscite nel rispetto delle regole»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento