rotate-mobile
Politica San Marco

Casinò: al via la fase del "disgelo", maxiemendamento dalla Giunta

Seduta del Consiglio comunale "tesa" a Ca' Loredan. Fischi e urla dal centinaio di croupier "aizzati" dagli interventi di alcuni consiglieri di opposizione. Alle 15 incontro sindaco-sindacati

E' stata sospesa verso le 18 la seduta del Consiglio comunale sulla privatizzazione della gestione del Casinò. La presidente ha deciso poi di far ripartire i lavori dell'aula alle 19.10. Fino al momento dello stop oltre cento croupier hanno accompagnato il dibattito tra consiglieri con applausi polemici e urla, "aizzati", secondo la loro versione, da alcuni esponenti politici dell'opposizione.

In ogni caso dal muro contro muro ora l'atmosfera sembra molto più distesa tra il sindaco Orsoni e i dipendenti della casa da gioco. In aula, infatti, è stato presentato un maxiemendamento alla delibera approvata dalla Giunta sullo scorporo in due società della gestione del casinò in cui vengono inserite sostanziali tutele per i manifestanti, in ottemperanza del codice 2112 del codice civile sulla continuità dei rapporti di lavoro in essere. Nessun pericolo di perdere il posto, quindi. Prima del dibattito in Consiglio, verso le 15, c'è stato pure un incontro tra il primo cittadino lagunare e i rappresentanti sindacali presenti a Ca' Loredan, il tutto all'insegna dell'apertura della "stagione del dialogo".


In ogni caso cinque esponenti della maggioranza, che già avevano espresso la loro posizione critica riguardo l'operazione paventata dal Comune, hanno chiesto maggiore tempo per leggere le carte. La seduta andrà avanti nella serata. Se i lavoratori rimangono critici sulla privatizzazione del Casinò, comunque un passo in avanti per scongiurare altri scioperi "distruttivi" per i bilanci di Ca' Noghera è stato fatto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Casinò: al via la fase del "disgelo", maxiemendamento dalla Giunta

VeneziaToday è in caricamento