menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il consigliere vive in Carnia e si prende oltre 13mila euro di rimborsi di viaggio

Il leghista Diego Cagnato fa la spola tra Ca' Corner e Tolmezzo, nelle cui vicinanze abita con la moglie. Risultato: 121 viaggi per un maxirimborso di 13mila 211 euro. "Questa è la mia terra"

Cosa non fa fare la politica a chi ce l'ha nel sangue: anche 42mila chilometri l'anno in macchina, puntualmente rimborsati dalle casse pubbliche, per essere sempre presente alle sedute del Consiglio, in questo caso quello della Provincia di Venezia. E' la storia del leghista Diego Cagnato, consigliere provinciale del Carroccio a Cà Corner, e vice sindaco di Meolo.

Lui è veneziano, ma da tempo risiede in Carnia, vicino a Tolmezzo, luogo del quale è originaria la moglie. Così per ragioni istituzionali - riferisce oggi il Corriere del Veneto - l'anno scorso ha coperto con la sua Mercedes Sport Coupé la bellezza di 42mila 617 chilometri. Il totale dell'andata e ritorno Tolmezzo-Venezia per 121 volte, quelle cioé in cui si è recato per le sedute e le riunioni in Provincia. Un andirivieni Veneto-Friuli che il consigliere si è visto rimborsare con 13mila 211 euro.

Cifra che potrebbe superare nel 2012, dato che nei primi sei mesi ha già macinato con la sua auto 26mila 959 chilometri, pari 9mila 570 euro di rimborso. "Vero, abito fuori e mi sono candidato qua - dice Cagnato - Ma lo faccio per passione e ci rimetto. Ho le radici in questa terra ed è qui che ho deciso di impegnarmi in politica".


La presidente del Consiglio provinciale, Marina Balleello, del Pdl, ammette che "la cifra del rimborso è importante. E' evidente che salta all'occhio, ma se è rispettosa del dettato normativo questo è il prezzo della democrazia. Io - aggiunge - non mi sento di commentare la situazione del consigliere Cagnato. I fondi dei rimborsi derivano da poste nel bilancio di previsione, gestiti con grande accortezza dalle strutture tecniche. Nel caso dei soli rimborsi chilometrici - precisa Balleello - il pagamento avviene dietro dichiarazione autocertificata dei consiglieri. Il resto - conclude - è responsabilità personale. Non spetta a me dire se sia etico o non etico". (Ansa)

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Perché San Valentino è la festa degli innamorati?

Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento