menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Il 'cubo' non mi dispiace, a breve sgombero all'ex ospedale al Mare"

Il sindaco Brugnaro: "Stalli con le sbarre a piazzale Roma, causa allo Stato sugli sgravi fiscali, diffida alle Fs per il degrado nelle stazioni"

Dal "cubo" di piazzale Roma al "buco" del Lido. Dal dibattito sulla nuova ala dell'albergo Santa Chiara ai problemi di degrado che affliggono non solo l'isola lagunare, ma anche le stazioni ferroviarie e le altre zone difficili della città. "E' incredibile, ma anche questa è la bellezza di Venezia - ha dichiarato - stiamo ballando sul Titanic e la gente dibatte del 'cubo'. Significa che la città è viva". Domanda d'obbligo sull'edificio in costruzione sul canal Grande, del resto le polemiche hanno acquisito una eco nazionale: "Come sindaco non posso dare una opinione - ha dichiarato - Personalmente non mi dispiace. L'ho visto stamattina per tre minuti e trovo che sposa il materiale del ponte di Caltrava. Poi invito tutti ad avere pazienza, perché dobbiamo aspettare che tolgano le coperture inferiori. Sono sempre ccurioso delle cose nuove, preferisco che vicino a qualcosa di storico ci sia il nuovo piuttosto che la finzione. Preferisco la chiarezza. Però facciamo finire i lavori - conclude - del resto è un'opera concepita con soldi privati. In vent'anni. E' questo il problema vero". 

SGOMBERO ALL'EX OSPEDALE AL MARE - Dal "cubo" al "buco". Quello del Lido, che durante la prossima Mostra del cinema rischia di rimanere scoperto. "Vede che sorrido? - afferma il primo cittadino - forse abbiamo qualche elemento per sorridere su questo tema. Ma non mi piace fare promesse, a me piace fare. Ci stiamo lavorando". L'isola lagunare, però, ha un secondo problema "simbolo": l'ex ospedale al Mare. Su questo fronte Ca' Farsetti pigia il piede sull'acceleratore: "Entro fine mese, se le cose non si sistemano, faremo un'ordinanza di sgombero dell'area", ha spiegato Brugnaro.

RIVOLUZIONE PIAZZALE ROMA - Le ultime settimane sono state caratterizzate anche dalle prove del pre-esercizio del tram a piazzale Roma. Una presenza destinata a scompaginare la precedente organizzazione del terminal automobilistico: "Stiamo cercando di rendere tutto il più funzionale possibile, attraverso una cabina di regia che coinvolge anche piazzale Cialdini - ha dichiarato Brugnaro - perché all'interscambio di Mestre abbiamo preoccupazioni. Stiamo pensando a inserire delle sbarre d'ingresso per gli stalli blu del piazzale, con un'organizzazione simile a quella di un aeroporto. Per i primi quindici minuti paghi poco o nulla, dopodiché invece la tariffa lievita molto. In questo modo se devi venire a prendere qualcuno a Venezia puoi farlo senza problemi, dopodiché però con il riconoscimento automatico della targa paghi". A piazzale Roma, è stato annunciato, arriveranno anche delle coperture (più "leggere" rispetto alla pensilina del tram, ma dallo stesso colore) anche per chi aspetta l'autobus e gli stalli riservati al carico e scarico da quattro passeranno a otto. Sul problema all'ingresso del terminal, con le auto in sosta che bloccano inesorabilmente il tram, la soluzione individuata non sono barriere o birilli, bensì due linee rosse ben visibili sull'asfalto in modo da far capire che lì non si può stare: "Abbiamo deciso così per mantenere comunque le due corsie, altrimenti si rischia di bloccare la viabilità", ha dichiarato il primo cittadino, che considera "una priorità" il raddoppio del Garage San Marco per garantire il posto auto a chi lavora alla cittadella della Giustizia. Sulle troppe biciclette che da piazzale Roma superano il ponte di Calatrava e si avventurano tra le calli di Venezia il Comune intende promulgare una delibera ad hoc, pensando a dei "permessi speciali per chi risiede a Venezia e deve portarla a mano a casa o per chi deve andare a prendere il treno".

DIPENDENTI COMUNALI - Continua intanto il rapporto dialettico a distanza con i sindacati dei lavoratori comunali: "Forse non sono abituati a gente che comanda - ha commentato Brugnaro, sulle polemiche dei giorni scorsi - il Comune va diretto. Il sindaco è stato eletto dalla gente. Io in verità sento grande partecipazione del Comune, tra i dirigenti e i dipendenti. Mi sono impegnato a mettere risorse nel fondo premiale, ma abbiamo anche detto che dovremo ridiscutere le regole di questa premialità, perché era troppo diffusa. I soldi devono essere dati basandosi sul merito". Sul 

SGRAVI FISCALI, CAUSA ALLO STATO. SETTIMANA DELLA POLITICA. CHIESTI 100MILA EURO PER LA VIDEOSORVEGLIANZA - La Giunta comunale ha deciso di far causa allo Stato italiano sul tema degli sgravi contributivi non dovuti, riguardo ai quali l'Europa ha invitato l'Italia a recuperare le somme. La decisione politica è stata annunciata dal sindaco, che studierà con la propria avvocatura civica la delibera speciale necessaria a tal fine, che verrà presentata a settembre, dando nel contempo modo ai privati di aggiungersi alla causa. La Giunta ha deciso in merito con delibera formale di accantonare a tal fine alcune poste. "Sono soldi - ha sottolineato Brugnaro, dopo aver riassunto le tappe della vicenda - che abbiamo sottratto ai cittadini, non potendone disporre per altre poste. E' per questo che intendiamo veder riconosciuto il diritto di addebitare queste cifre a Roma. E, in questa partita, il Casinò ha ancora più ragioni dello stesso Comune, in quanto non ha posto in essere alcuna falsa concorrenza". Tra le altre delibere adottate dalla Giunta nella seduta di questa settimana, la domanda avanzata alla Regione per ottenere un finanziamento di 100mila euro per potenziare la videosorveglianza e la centrale operativa, l'inserimento del confermato "Festival della politica" della fondazione Pellicani all'interno della "Settimana della politica" che coinvolgerà tutta la città (così come il Settembre mestrino, che diventerà 'Da San Michele alla Sortita', durando dal 26 settembre al 27 ottobre".

CARNEVALE E SETTEMBRE MESTRINO - "A fine agosto comunicheremo il nome del direttore del prossimo Carnevale - ha concluso Brugnaro - Dopodiché, a partire dal Settembre mestrino, non saranno più concesse bancarelle in Piazza Ferretto e nel 'salotto buono' della città. E' un provvedimento, che intende consentire alle famiglie di passeggiare in sicurezza e alle attività commerciali di essere rivitalizzate, che abbiamo pensato soprattutto in vista del Natale, che vedrà iniziative dall'8 dicembre al 7 gennaio e sul quale puntiamo molto. Dal Lido a Marghera, da Mestre a naturalmente a Venezia". Riguardo al Natale, il sindaco ha detto: "Puntiamo molto sulla tradizione, con l'albero di Natale, qualche pezzo di orchestra (abbiamo chiesto l'aiuto anche della Fenice), artisti di strada, volontari vestiti da Babbo Natale e luci e festoni per identificare le passeggiate, accettando anche qualche banchetto semplice, non alimentare, ma di artigianato legato al Natale. Abbiamo chiesto a Vela una riunione di coordinamento e diciamo anche ben vengano ai commercianti e alle aziende che vogliono migliorare la festa con il loro contributo".
 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Allegati

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

L'assist del comandante: «Sì alle uscite nel rispetto delle regole»

Attualità

Sciopero generale, Sgb incrocia le braccia per 24 ore nei trasporti

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Il Veneto sarà quasi di sicuro in area arancione, Zaia: «Oggi l'Rt è a 1,12»

  • Cronaca

    Ordinanza anti alcol a Venezia in vista del weekend

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento