menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Separazione Venezia-Mestre, Zaia frena sull'election day: "Si farà dopo le sentenze"

Secondo il governatore "la consultazione sull'autonomia del Veneto è arrivata solo dopo il Tar e il dibattimento della corte costituzionale". Brugnaro: "Collaborazione tra Regione e Comune"

"Stiamo facendo un approfondimento giuridico con l'Avvocatura, fra due o tre giorni avremo una risposta. Stiamo analizzando condizioni favorevoli e sfavorevoli all’election day tra le quali c'è anche il ricorso al Tar". Così il presidente del Veneto, Luca Zaia, parla della consultazione popolare per la separazione tra Venezia e Mestre in due città. Sembra però che la possibilità di mettere l'appuntamento insieme con il referendum sull'autonomia del Veneto si allontani. "La data della consultazione per l'autonomia del Veneto si è decisa a bocce ferme - ha specificato - Abbiamo prima atteso le sentenze definitive del Tar e il dibattimento davanti corte costituzionale. Io potevo convocarlo formalmente nel giugno 2014, ma ho aspettato tutte le sentenze in modo che non ci fossero più dubbi. Così dovrebbe essere anche per la separazione Venezia-Mestre".

Le dichiarazioni del presidente della Regione arrivano giovedì mattina a margine dell'incontro con il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, che si è presentato all'appuntamento "classico" all'Arsenale per la visita alla Biennale d'Arte. A riceverlo e accompagnarlo, oltre a Zaia, c'erano il sindaco Luigi Brugnaro, i ministri Dario Franceschini e Pier Carlo Padoan e il presidente della Biennale, Paolo Baratta. Il giorno precedente Mattarella si trovava all'inaugurazione della 74. Mostra del Cinema al Lido.

Il primo cittadino Brugnaro ha accolto con favore le parole del presidente Zaia: non ci sarà scontro istituzionale. "Quello che conta è la collaborazione tra Regione e Comune nel governare il territorio - ha dichiarato - solo così ci si potrà garantire il ritorno degli investimenti. Il referendum - ha concluso - è meramente una questione tecnica ed è giusto che venga affrontata in questa ottica. Se ci dovesse essere la possibilità è giusto che i cittadini si esprimano. Non c'è nessun trionfalismo da parte mia, dobbiamo solo continuare ad andare avanti a lavorare".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento