menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Le aree di Tessera City ai russi? Orsoni: "Ci facciano una proposta"

In questo modo il presidente dell'Unione Venezia potrebbe superare velocemente le "pastoie" burocratiche per la costruzione del nuovo stadio e Ca' Farsetti "salvare" il proprio bilancio

"Il tempo dei progetti e delle discussioni è finito, bisogna agire concretamente per il bene della città e bisogna farlo da subito". A parlare in questo modo è stato Yuri Korablin, presidente dell'Unione Venezia. Il motivo di tanta fretta è che il patron arancioneroverde vuole dare il via alla "scalata" verso la serie A promessa ai tifosi (in cinque anni), e vorrebbe farlo già a partire dalla prossima stagione. Con progetti approvati e, soprattutto, avviati.

 

Il nodo cruciale sta tutto lì: il nuovo stadio. Fondamentale per l'imprenditore per rendere la società lagunare una realtà sostenibile a livello economico. Della partita anche Comune, Regione e Save. Bisogna trovare, infatti, un accordo a quattro, visto che l'area in cui l'impianto dovrà sorgere è quella di Tessera, in cui ci sarebbero anche le "mire" dell'amministrazione dell'aeroporto per la costruzione della seconda pista dello scalo, con il "benestare" dell'amministrazione Zaia.

L'ultima idea, che sembra avvallata anche dal sindaco Giorgio Orsoni, per uscire dall'impasse sarebbe la vendita ai russi dei terreni individuati dal Pat per la "cittadella dello sport". In questo modo le procedure burocratiche si velocizzerebbero di molto. "Vengano qui con una piano concreto se hanno l’intenzione e la disponibilità per fare qualcosa — ha affermato il sindaco — Ci facciano una proposta per l’acquisto delle aree dove fare lo stadio, noi quello che dovevamo fare, l’abbiamo fatto con l’approvazione del Pat".

 

In questo modo, alla conclusione di una gara pubblica, Ca' Farsetti potrebbe incamerare quei milioni di euro necessari per salvare il proprio bilancio. Ora, però, l'amministrazione lagunare chiede azioni concrete, non progetti. Si attende una proposta di Korablin (che dovrebbe essere in città in questi giorni, almeno secondo quanto dichiarato da una sua lettera aperta ai tifosi) messa nero su bianco per poi sedersi al tavolo con Regione e Aeroporto. Sempre se i russi abbiano voglia di aprire ulteriormente i cordoni della borsa, dopo i 70 milioni da sborsare previsti per la costruzione dello stadio. Ca' Farsetti potrebbe chiedere circa 50 milioni di euro. Se accordo sarà si vedrà già a partire da inizio giugno.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

L'agriturismo di Jesolo in cui sono allevati 200 struzzi

Attualità

La Casa dei Tre Oci va al gruppo Berggruen Institute

Attualità

Caldo anomalo, temperature record per febbraio

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Perché San Valentino è la festa degli innamorati?

Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento